Buoni spesa e acquisto di beni di prima necessità "TREVISO SOLIDALE"

50 MILA EURO PER PROGETTI DI PROMOZIONE E AVVIAMENTO ALLO SPORT

Approvati dalla Giunta i contributi per incentivare alunni e studenti con disabilità alla pratica sportiva


Treviso, 11 febbraio 2020


La Giunta comunale ha approvato l’erogazione di un contributo di 50 mila euro per iniziative complementari nelle scuole dell’infanzia e primarie e progetti di avviamento allo sport per alunni e studenti con disabilità frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado.

Trentamila euro sono stati impegnati per le proposte progettuali presentate da Associazioni Sportive, Federazioni, Enti di Promozione sportiva e Associazioni di promozione sociale per le iniziative complementari rispetto a quelle svolte in orario curricolare. L’Amministrazione sosterrà la realizzazione di attività mediante un contributo di 15 mila euro ad almeno due soggetti che predisporranno le migliori proposte progettuali condivise con Scuole materne e primarie (pubbliche e parificate).

Altri 20 mila euro verranno invece erogati (sempre mediante avviso pubblico) alle associazioni sportive per progetti di incentivazione per l’avviamento allo sport di alunni e studenti con disabilità frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio comunale attraverso un percorso che favorisca l’inclusione e l’ampliamento dell’opportunità tramite l’attività fisica.

«Fra gli obiettivi della nostra Amministrazione c’è quello di sviluppare connessioni e sinergie fra associazioni sportive, federazioni ed enti e scuole materne e primarie», le parole dell’assessore allo Sport Silvia Nizzetto. «Intendiamo infatti sostenere progettualità volte ad avvicinare i più piccoli, gli studenti e ragazzi con disabilità allo sport, importante perché permette di conoscere l’esistenza di un mondo di regole in una dimensione ludica e inclusiva. Treviso vuole confermare la sua vocazione sportiva sostenendo tutte quelle iniziative che ne permettono la diffusione. Lo sport è educazione, socialità e benessere fisico».

Data ultima modifica: 12/02/2020