Tu sei qui: Home
Trasformazione diritto di superficie e svincolo limiti PEEP
Ufficio di riferimento: Patrimonio - Ufficio trasformazione diritto di superficie/Cosap

Indirizzo Ca' Sugana - Via Municipio, 16 - 31100 Treviso
Telefono 0422 658233 - 658268
Fax 0422 658530
E-mail patrimonio@comune.treviso.it; postacertificata@cert.comune.treviso.it
Orario

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato
Mattina 9.00-12.00
9.00-12.00
9.00-12.00
 
Pomeriggio 15.00 -17.00

15.00-17.00



Di cosa si tratta
I proprietari di alloggi edificati in aree Peep (Piani edilizia economica popolare) in diritto di superficie, possono riscattare la quota di area su cui è costruito l'immobile ed eliminare tutti i vincoli che gravano sull'alloggio. La legge 448/98 ha dato ai Comuni la facoltà di eliminare tutti i vincoli previsti dalla convenzione a suo tempo stipulata.

Il Comune di Treviso ha deciso di offrire agli assegnatari l'opportunità di diventare pieni proprietari del proprio immobile tramite il pagamento di un corrispettivo agevolato. Un rogito notarile formalizzerà tale riscatto.

Cos'è il diritto di superficie
E' il diritto del proprietario di un terreno "di fare e mantenere al di sopra del suolo una costruzione a favore di altri, che ne acquista la proprietà" (art. 952 del Codice civile). In particolare per gli alloggi costruiti in aree Peep, il suolo su cui è costruito l'immobile è di proprietà del Comune, mentre il fabbricato (alloggio od unità produttiva) è di proprietà dell'assegnatario.

I vincoli della convenzione
Al momento dell'acquisto della casa, ogni assegnatario ha stipulato con il Comune di Treviso una convenzione per l'assegnazione del diritto di superficie che prevede alcuni vincoli:

  • canoni di locazione controllati
  • prezzi di vendita dell'alloggio controllati
  • autorizzazione comunale per la locazione e la vendita dell'alloggio solo a soggetti in possesso dei requisiti di legge
  • diritto di prelazione da parte del Comune in caso di vendita


I vantaggi della trasformazione del diritto di superficie

  • Valorizzare il bene immobiliare eliminando i vincoli
  • Possibilità di vendere l'alloggio al valore di mercato

Come fare
Si può richiedere la trasformazione del diritto di superficie, solo se sono decorsi 5 anni dalla data di acquisto dell'immobile casa, utilizzando l'apposito modulo. Alla domanda vanno allegati i seguenti documenti:

  1. copia atto notarile di acquisto/assegnazione/donazione dell'alloggio con:
  • nota di trascrizione;
  • domanda di voltura;
  • elaborati planimetrici catastali dell'immobile con superfici catastali;
  • elaborato planimetrico per la descrizione dei subalterni delle parti comuni con superfici catastali;
  • denuncia di variazione al catasto terreni (Mod. 3/SPC) e catasto fabbricati;
  • estratto di mappa ai terreni del lotto in oggetto (reperibile presso l'Agenzia del Territorio);
  • copia di dichiarazione di successione per gli eredi aventi diritto;
  • copia Regolamento Condominiale e relative Tabelle Millesimali.
  • estremi identificativi e quantificativi di eventuali condoni edilizi.
  • copia convenzione stipulata tra Cooperativa/Impresa e Comune di Treviso, dalla quale si rileva il diritto di superficie/proprietà, con la nota di trascrizione e la dimostrazione del frazionamento dell'area concessa.


3. il Comune riceve la domanda e comunica formalmente (con raccomandata AR) il prezzo da pagare per la trasformazione;

4. il richiedente, se accetta la proposta del Comune, può scegliere se pagare il prezzo in un'unica soluzione  entro 20 giorni dalla notifica di quanto dovuto ( beneficiando di una riduzione del 10% sul prezzo) oppure a rate (fino a 30 mensilità senza interessi);

5. il richiedente, dopo aver versato il totale del prezzo dovuto, comunica il notaio presso il quale intende stipulare il rogito e concorda con il Comune la data del rogito.

Dove rivolgersi

Servizio Patrimonio - Via Municipio, 16 - Treviso

Settore: I.C.T.,Smart City, Patrimonio

Dirigente: ing. Marcello Missagia - tel. 0422 658244

Responsabile del procedimento: dottor Stefano Masiero - tel. 0422 658233

Responsabile dell'istruttoria tecnica: geom. Patrizia Buosi - tel. 0422 658268

 

Normativa di riferimento

  • Legge n.448 del 23 dicembre 1998 "Misure di Finanza Pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo";
  • Deliberazione di Consiglio Comunale n.114/74479 del 27/11/2000;
  • Deliberazione di Giunta Comunale n.86888/5710 del 16/12/2002;
  • Deliberazione di Consiglio Comunale n.8347/98 del 28/11/2003;
  • Deliberazione di Giunta Comunale nr. 362 del 12/12/2012.


Link

Descrizione procedimento



Ultimo aggiornamento: 2016-11-21 11:12:16


E' stata utile questa pagina?

(opzionale):