Tu sei qui: Home
Contributo di costruzione
Ufficio di riferimento: Servizio Attività Edilizia - Settore Sportello Unico e Turismo

Indirizzo Palazzo Rinaldi, Piazza Rinaldi, 1
Contatti e orari
Gli sportelli tecnici ricevono i professionisti lunedì e mercoledì dalle 9.00 alle 12.00 con accesso libero, mercoledì dalle 12.00 alle 17.00 su appuntamento.
Ufficio Abusi:
tel. 0422 658287 lunedì, martedì, giovedì, venerdì, dalle 12.00 alle 14.00
- arch. Raffaella Buoso
- geom. Davide Sartoretto
Ufficio Edilizia Residenziale:
tel. 0422 658517 lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, dalle 12.00 alle 14.00
Ufficio Edilizia Produttiva (SUEP):
- arch. Simonetta Montagner  e.mail: simonetta.montagner@comune.treviso.it
- arch. Alessandra Annino  e.mail: alessandra.annino@comune.treviso.it
tel. 0422 658355 dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 14.00
Nucleo controllo comunicazione di inizio lavori
tel. 0422 658627 da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00
- arch. Maria Cristina Vescovo  e-mail: mariacristina.vescovo@comune.treviso.it
Ufficio Procedimenti Speciali:
tel. 0422 658391 dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 14.00
- arch. Laura Smith  e.mail: laura.smith@comune.treviso.it

Di cosa si tratta
Chi intende realizzare una nuova costruzione o una ristrutturazione e/o un cambio di destinazione d’uso, con o senza opere, di un immobile ad uso sia residenziale che produttivo deve versare al Comune un contributo che rappresenta una partecipazione del cittadino alle spese sostenute per l’urbanizzazione del territorio.
Il contributo di costruzione è composto da 2 quote:
1) la quota relativa agli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria;
2) la quota relativa al:
- costo di costruzione per gli immobili aventi destinazione residenziale, commerciale, direzionale e turistica;
- costo per lo smaltimento dei rifiuti solidi, liquidi e gassosi e delle opere necessarie alla sistemazione dei luoghi ove ne siano alterate le caratteristiche, per gli immobili aventi destinazione artigianale e industriale (costruzioni o impianti destinati ad attività volte alla trasformazione di beni ed alla prestazione di servizi).

A chi si rivolge
Il versamento del contributo di costruzione spetta al proprietario dell’immobile o colui che ha titolo per eseguire i lavori (v. scheda Soggetti aventi titolo e documenti attestanti il titolo).

Come fare
Il contributo di costruzione è calcolato dagli uffici del Servizio Attività Edilizia per gli interventi da realizzare attraverso il Permesso di Costruire (P.d.C.), ovvero direttamente dall'interessato per quelli da realizzare con SCIA, salvo verifica ed eventuale richiesta di conguaglio successivo da parte degli uffici.
Il contributo di costruzione è applicato nella misura intera in caso di nuova costruzione e ampliamento oppure di ricostruzione con diversa volumetria e sagoma (che non rientri nel concetto di ristrutturazione). Il contributo si applica invece in misura ridotta (pari al 20% dell'importo) agli interventi di ristrutturazione edilizia e non è dovuto affatto, cioè l’intervento è gratuito, per alcuni interventi elencati nel Testo Unico dell’Edilizia (D.P.R. n. 380/2001) o stabiliti da specifiche leggi. Per saperne di più sui casi di riduzione o esonero vedere l’informativa allegata in fondo alla pagina.

Quanto costa
- Per il calcolo del contributo di costruzione sono consultabili le linee guida predisposte dal Servizio Attività Edilizia, sia per gli interventi di edilizia residenziale che per gli interventi di edilizia produttiva, e le tariffe aggiornate (v. tabelle A, B, C allegate alle delibere di Giunta Comunale n. 270/2016 e 269/2016) disponibili in fondo alla scheda
- Per le modalità di versamento clicca qui
- Per la richiesta di rateizzazione del pagamento vai al Programma di calcolo automatico delle rate che trovi nella pagina dedicata al contributo di costruzione nel nostro sito
- Per il diritto al rimborso in caso di mancata utilizzazione del titolo abilitativo: presentando apposita richiesta il contributo versato viene devoluto ad altro titolo abilitativo o restituito (v. modulistica sotto)

Normativa di riferimento
- D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia” e ss.mm.ii.;
- Decreto Ministeriale Lavori Pubblici 10 maggio 1977, n. 801 “Determinazione del costo di costruzione di nuovi edifici”;
- Legge Regionale 16 marzo 2015 n. 4 “Modifiche di leggi regionali e disposizioni in materia di governo del territorio e di aree naturali protette regionali”;
- Deliberazione di Giunta Comunale n. 269 del 2 novembre 2016 “Adeguamento del contributo commisurato al costo di costruzione ed al costo per lo smaltimento dei rifiuti e la sistemazione dei luoghi (artt. 16 e 19 del DPR 380/2001) - anno 2017” con allegate tabelle B e C;
- Deliberazione di Giunta Comunale n. 270 del 2 novembre 2016 “Adeguamento annuale degli oneri di urbanizzazione in base all'intervenuta variazione del costo di costruzione accertata dall'istat - anno 2017” con allegata tabella A.



Ultimo aggiornamento: 2017-01-03 11:03:12


E' stata utile questa pagina?

(opzionale):