Tu sei qui: Home - Edilizia privata

Modifica intestazione pratiche edilizie

Ufficio di riferimento: Settore Urbanistica, Sportello Unico e Verde Urbano

Indirizzo Palazzo Rinaldi - Piazza Rinaldi, 1 - 31100 Treviso
Telefono 0422 658272

Di cosa si tratta

Nel caso cambino i soggetti aventi titolo (v. la voce seguente) alla presentazione di una pratica edilizia CILA o SCIA in corso, č necessario comunicare i nominativi dei nuovi aventi titolo. 

A chi si rivolge

Qualsiasi persona fisica o giuridica avente titolo (vai alla scheda Soggetti aventi titolo e documenti attestanti il titolo) ad eseguire lavori in un determinato immobile, incaricando un proprio tecnico di fiducia.  

Come fare

La comunicazione a firma di un tecnico abilitato e tutta la documentazione necessaria deve essere presentata esclusivamente per via telematica al SUAP del Comune di Treviso, attraverso la piattaforma informatica del portale www.impresainungiorno.gov.it che consente la predisposizione, l’invio e la gestione delle pratiche in modalitŕ telematica.

Tempi

Il cambio intestazione va comunicato tempestivamente.

Quanto costa

La comunicazione deve essere accompagnata dall’attestazione del pagamento dei diritti di segreteria (v. tabella costi allegata a fondo pagina). Per il metodo di pagamento clicca qui.

Normativa di riferimento

- D. Lgs. 25 novembre 2016, n. 222 “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attivitŕ (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attivitŕ e procedimenti, ai sensi dell’art. 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124.”
- D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia” e ss.mm.ii.
- D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa
- Legge 11 novembre 2014, n. 164 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, recante misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l'emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attivita' produttive.”

  


Ultimo aggiornamento: 2020-07-09 08:08:33


E' stata utile questa pagina?

(opzionale):