Canone Unico Mercatale (in vigore dal 01.01.2021)

Ufficio di riferimento: Servizio tributario e tariffario - Ufficio Canone unico mercatale

Indirizzo Cittadella delle Istituzioni - Piazza delle Istituzioni, 49 edif. E - 31100 Treviso
Telefono 0422 6581 (centralino)
E-mail pac@comune.treviso.it - postacertificata@cert.comune.treviso.it
Orario
  Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato
Mattina  8.30- 13.30
      8.30- 13.30
 
Pomeriggio 15.00-17.30
  15.00-17.30
     

Di cosa si tratta

L’ufficio si occupa di rilasciare informazioni relativamente al calcolo ed al pagamento del canone dovuto per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate nel comune di Treviso.

Il presupposto per la determinazione del canone è il rilascio degli atti di concessione suolo pubblico nei mercati e fiere, per questo aspetto si fa espresso rinvio al Regolamento dei mercati e delle fiere ed al quadro normativo vigente in materia.

Come fare

Il procedimento amministrativo per il rilascio della concessione o autorizzazione per l’occupazione di spazi pubblici inizia con la presentazione della domanda allo sportello SUAP del Comune tramite la piattaforma telematica del portale www.impresainungiorno.gov.it

L’ufficio competente al rilascio della concessione o autorizzazione, svilupperà con gli strumenti informatici già a disposizione, un sistema di comunicazione con l’utenza tesa alla semplificazione procedimentale coordinando anche gli uffici interni, assistendo anche l’utenza per le procedure telematiche.

Quando

Il termine entro il quale il procedimento deve concludersi con un provvedimento espresso, è di trenta giorni dalla data di protocollazione della domanda presso l’ufficio competente, fatti salvi diversi termini che devono essere indicati per ciascun procedimento. Qualora sia necessario acquisire il parere di più servizi, il termine è elevato ad ulteriori 10 giorni.

In nessun caso lo scadere del termine determina assenso alla occupazione.

Quanto costa

Il canone è dovuto per l’occupazione, anche abusiva, delle aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate.

La misura del canone per le occupazioni di suolo pubblico è determinata sulla base dei seguenti elementi:

Per le occupazioni di mercato annuale realizzate da commercianti ambulanti con posto fisso:

  • classificazione delle strade in ordine alla categoria;
  • entità dell'occupazione, espressa in metri quadrati con arrotondamento delle frazioni all'unità superiore;
  • durata dell'occupazione;
  • valore economico dell’area in relazione all’attività esercitata, al sacrificio imposto alla collettività per la sottrazione dell’area stessa all’uso pubblico con previsione di coefficienti moltiplicatori per specifiche attività esercitate dai titolari delle concessioni anche in relazione alle modalità dell’occupazione nonché ai costi sostenuti dal Comune per la sua salvaguardia.

Per le occupazioni di mercato giornaliere realizzate da commercianti ambulanti senza posto fisso“spuntisti”:

  • tariffa giornaliera;
  • tariffa forfettaria per servizio asporto rifiuti di cui ai commi 639, 667 e 668 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147.

La superficie occupata da considerare ai fini del calcolo è espressa in metri quadrati con arrotondamento all’unità superiore.

Pagamento del canone

Per le occupazioni di base annuale che si protraggono per l’intero anno, il pagamento del canone relativo al primo anno di concessione deve essere effettuato entro e non oltre 5 giorni dalla comunicazione dell’importo e comunque entro la data di rilascio della concessione /autorizzazione utilizzando il modello F24, oppure con internet banking riportando i dati del precompilato;

Per le annualità successive il canone va corrisposto entro il 31 gennaio;

Il canone deve essere corrisposto in un’unica soluzione utilizzando il modello F24. Qualora l’importo del canone annuo sia superiore a euro 800,00, è consentito il versamento in rate trimestrali di pari importo scadenti il 31/01, il 31/03, il 30/06 e il 30/09.

Per chi è già titolare della concessione il versamento del canone, in autoliquidazione, deve essere eseguito alle scadenze previste nell'atto stesso.

Si ricorda che ai sensi dell’articolo 24 comma 5 del Regolamento comunale per la disciplina del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria “Canone Unico”, l'eventuale rinnovo della concessione è subordinato al pagamento del canone e alla verifica della regolarità dei pagamenti pregressi.

Per le occupazioni giornaliere realizzate da commercianti ambulanti senza posto fisso il versamento del canone dovuto dovrà essere effettuato al momento dell’assegnazione del posteggio ad un agente della Polizia Locale. Il rifiuto o il mancato pagamento sarà motivo ostativo all’occupazione giornaliera.

Clausola della solidarietà passiva

La variazione della titolarità della concessione di occupazione di suolo pubblico è subordinata all’avvenuto pagamento dell'intero importo del canone fino alla data del subingresso.

Il subentrante è solidalmente tenuto al pagamento del canone non ancora versato dal cedente. L’ufficio può negare il subentro nella concessione o autorizzazione qualora gli obblighi relativi al canone per la stessa non siano stati interamente assolti. Nell'ipotesi di pagamento rateale dovranno essere saldate tutte le rate.

Il subentro non determina interruzione della occupazione ai fini dell’assolvimento del canone stabilito per la stessa.

Procedimenti collegati

Autorizzazione commercio su area pubblica con posteggio 

Commercio su aree pubbliche con posteggio - Subingresso

Vendita su area pubblica con posteggio da parte di produttori agricoli

Normativa di riferimento

Regolamento comunale per la disciplina del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria “Canone Unico” – L. n. 160/2019, art. 816 - 836

Regolamento per l’applicazione del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate -  L. n. 160/2019, art. 1 commi 837-845

Regolamento comunale per la disciplina dello svolgimento dei mercati, dei posteggi isolati e delle fiere

Si avvisa l'utenza che con Delibera di Giunta Comunale n. 16 del 26.01.2021 è stato differito al 30.06.2021 il termine per il pagamento del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione  pubblicitaria "Canone Unico" e del canone di concessione per l'occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate "Canone Mercatale".

  


Ultimo aggiornamento: 2021-02-17 12:29:17


E' stata utile questa pagina?

(opzionale):