Residenza per donne sole e/o madri in difficoltà
Ufficio di riferimento: Emergenze Sociali

Indirizzo Viale Vittorio Veneto, 27 - 31100 Treviso (accesso veicoli da Via Cadore)
Telefono 0422 - 658565 (segreteria)
Fax 0422-658580
E-mail segwelfare@comune.treviso.it (segreteria)
Orario

Su appuntamento

lunedì
15.30-17.00

Anche su appuntamento

mercoledì venerdì
9.00-12.30
9.00-12.30

N.B. In caso di motivata impossibilità ad attenersi a tali giorni e orari, gli Assistenti sociali sono disponibili a concordare con l'interessato un appuntamento in un momento diverso.

Di cosa si tratta

E’ un'abitazione che offre ospitalità in un piccolo contesto comunitario, con altre giovani donne maggiorenni. E’ in parte autogestita e si propone di stimolare atteggiamenti solidaristici.
E’ uno strumento per realizzare interventi a termine, su progetto, in prospettiva di un’accoglienza stabile e duratura  di giovani donne e madri.
E’ anche finalizzato allo sviluppo delle capacità genitoriali e al potenziamento delle risorse personali, in un percorso di accompagnamento all'autonomia.

A chi si rivolge

Sono accolte donne con figli minori, oppure gestanti in situazione di grave disagio sociale e familiare, per sostenerle durante la gravidanza o nel ruolo della genitorialità, accompagnandole nel reinserimento sociale, offrendo loro accoglienza in situazioni di emergenza abitativa. Le ospiti devono collaborare con il servizio sociale, accettare il progetto concordato con il servizio e le regole di convivenza.
Non possono essere inserite donne che presentano problematicità tali da richiedere interventi strutturati da parte dei servizi specialistici.

Cosa fare

La persona interessata deve rivolgersi al Servizio “Nuove emergenze sociali” oppure all’Assistente sociale della Circoscrizione di residenza (vedi prospetto recapiti e orari di ricevimento). La situazione personale verrà approfondita con dei colloqui e quant’altro opportuno. L’interessata in tale sede potrà formalizzare la richiesta e dichiarare la sua situazione socio-economica e familiare, allegando eventuale documentazione utile.
Il Servizio condividerà con il richiedente un progetto sociale che, a seconda della complessità delle situazioni, potrà vedere coinvolti anche i servizi dell’Azienda Ulss.
Si potrà richiedere un contributo spese mensile, a seconda del progetto individuale, della situazione della persona e familiare, nonché dell’attività lavorativa.
In presenza di posti liberi e del progetto individuale, la Commissione Assistenza esprimerà il proprio parere per l’inserimento, secondo le norme e i criteri in vigore e successivi atti dirigenziali.

Link

Descrizione del procedimento


Ultimo aggiornamento: 2011-07-15 14:18:54


E' stata utile questa pagina?

(opzionale):