ACCORDO FRA COMUNE DI TREVISO E TRENITALIA PER LA PROMOZIONE DEI MUSEI CITTADINI

Treviso, 5 luglio 2019

Il Comune di Treviso ha stipulato un nuovo accordo commerciale con la Direzione Regionale Veneto di Trenitalia, che offrirà ai visitatori delle sedi museali in possesso di un biglietto Trenitalia, uno sconto sull’ingresso ai Musei Civici.

L’ intesa è stata raggiunta con lo scopo di promuovere i Musei Civici ed incentivare l’utilizzo del treno a fini turistici e culturali: il biglietto di ingresso combinato, valido per i Musei di Santa Caterina e Bailo, costerà sei euro anziché 10. Di fatto, grazie al biglietto combinato e al biglietto Trenitalia l’ingresso al secondo museo sarà gratuito.

I visitatori, per accedere ai poli museali, dovranno presentare alle casse il biglietto di corsa semplice regionale Trenitalia a tariffa 39 o con applicazione sovraregionale utilizzato per raggiungere la stazione di Treviso lo stesso giorno di ingresso ai musei. 

«Il treno è un mezzo di trasporto eccezionale per il turismo culturale», le parole dell’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti. «Siamo contenti di aver raggiunto questo accordo che, ne siamo certi, sarà un ulteriore incentivo a conoscere le bellezze di Treviso e, soprattutto, il patrimonio museale e artistico della Città. Inoltre, abbiamo iniziato un progetto di co-marketing con importanti realtà del territorio per la promozione delle eccellenze in campo artistico e produttivo».

«Da anni la Direzione Regionale Veneto, in accordo con la Regione Veneto, opera per la mobilità sostenibile nel territorio» chiosa il Direttore Regionale di Trenitalia Tiziano Baggio. «Se il trasporto di lavoratori e studenti rimane la nostra attività primaria, è vero anche che tra i nostri compiti vi è anche la promozione del territorio e delle sue peculiarità, verso cui siamo in grado di trasportare i cittadini in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente. Sono circa 9000 le persone che ogni giorno arrivano in treno nella città di Treviso: la metà di queste arrivano per motivi diversi da studio e lavoro. L’accordo raggiunto col Comune di Treviso assume quindi in questo contesto particolare rilevanza perché unisce il concetto di sostenibilità con quello di valorizzazione culturale della città. Ringrazio l’Amministrazione Comunale della città di Treviso per l’opportunità offerta e per la sensibilità dimostrata».

Santa Caterina
Bailo

Data ultima modifica: 05/07/2019