AL VIA LA PROGRAMMAZIONE DELLE MOSTRE IMMERSIVE MULTIMEDIALI, TREVISO SI APRE ALL’INNOVAZIONE

Esposizioni, promosse da Comune di Treviso e Camera di Commercio, dedicate allo sport, al genio italiano e ai grandi artisti
Si parte il 17 aprile con Da Vinci Experience e il Festival dell’Invenzione

Treviso, 5 aprile 2019
Mostre immersive multimediali legate ai grandi artisti e agli intrecci della storia, al genio italiano, allo sport e alle nuove tecnologie.
Treviso si prepara ad ospitare, fino al 2022, almeno una grande esposizione virtuale all’anno – che verrà completata dall’offerta delle grandi mostre legate al Rinascimento e grandi artisti della pittura – in grado di rispondere agli obbiettivi, posti dall’Amministrazione, di dialogo con il territorio e riscoperta dell’identità, innovazione nel campo della ricerca, collaborazioni eccellenti e scientificità dei progetti.
Il tutto grazie alla sinergia fra Comune di Treviso e Camera di Commercio di Treviso e Belluno, che renderà il complesso di Piazza Borsa, da qui ai prossimi mesi, un maxi-contenitore di bellezza, interattività e multimedialità.
Dallo sport internazionale ai grandi pittori, passando per il genio dei Leonardo, nel Salone della Borsa verranno allestite mostre assolutamente innovative, curate da professionisti di caratura mondiale, specializzati in esposizioni all’avanguardia.
La prima mostra multimediale andrà a celebrare Leonardo Da Vinci, a 500 anni dalla scomparsa. La Città di Treviso ospiterà due grandi eventi: un festival esclusivo, al via il 17 aprile con una tavola rotonda su “Il Genio e l’Impresa” e lo spettacolo teatrale “ESSERE Leonardo Da Vinci”, promossi sempre dall’Amministrazione comunale e dalla Camera di Commercio con il tema dell’invenzione a fare da sfondo a mostre, spettacoli, conferenze, cinema, scienza ed arte, e la mostra immersiva “Da Vinci Experience”, un percorso multimediale dedicato a Leonardo Da Vinci, che inaugurerà giovedì 18 aprile con una vernissage su invito per poi aprire al pubblico il 19.
La mostra, prodotta da Cross Media Group, sarà ospitata dalla Sala Borsa della Camera di Commercio e proporrà un format esclusivo e innovativo, capace di coinvolgere i visitatori a livello emotivo, con opere, progetti, visioni di un autore poliedrico e universale il cui genio viene ancora celebrato in tutto il mondo.
Un format impreziosito da un racconto a 360 gradi avvincente e intuitivo per una sorta di «storytelling multimediale» che permetterà al turista di vivere un’esperienza “totale” in un’unica location, godendo di opere altrimenti difficilmente trasportabili.
Nel Salone del Palazzo della Borsa verranno esposte riproduzioni delle macchine – a grandezza naturale e in scala – utilizzate da Leonardo Da Vinci: volano, cambio di velocità, pistone, cric, martello continuo, paracadute, parapendio, igrometro scrivente, carro armato e bicicletta ma anche allestimenti fra realtà aumentata e maxischermi.
Ma crescita e turismo culturale – che con il genio italiano formano un trinomio inscindibile – sono inoltre i tre aspetti sui quali si fonderà il Festival dell’Invenzione, che farà da contorno alla Da Vinci Experience.
Il Festival dell’invenzione si aprirà con una tavola rotonda su “Il Genio e l’Impresa” e lo spettacolo teatrale “ESSERE Leonardo Da Vinci”, curato da Massimiliano Finazzer Flory, in programma il 17 aprile.
A partire dal 2 maggio, alle 18, oltre agli eventi di proiezione di “ESSERE LEONARDO DA VINCI, un’intervista impossibile” al Cinema Corso, il ciclo di tavole rotonde e conferenze proseguirà con protagonisti di livello mondiale: fra questi, Mauro Ferrari (Professore dello Houston Methodist Research Instituto ed esperto di nanotecnologie in medicina di livello mondiale), Giulio Corello (filosofo, matematico ed epistemologo), Roberta Barsanti (direttrice del Museo Leonardiano di Vinci), Gianni Canova (Rettore nell’Università IULM), Giovanni Gastel (fotografo di fama mondiale) e Martin Kemp (professore di Storia dell’Arte alla Oxford University e massimo esperto di Leonardo). Nei meeting organizzati nell’ambito del Festival dell’Invenzione si parlerà di impresa, fotografia, filosofia, comunicazione tecnologia e storia dell’arte, con il genio di Leonardo rievocato fra passato, presente e futuro.
I grandi eventi in programma vantano inoltre partnership di prestigio come Prosecco Doc – Italian Genio, SAVE e AER TRE.
«Con il programma quadriennale di mostre si apre una pagina importante nel panorama culturale e turistico trevigiano», afferma il sindaco di Treviso Mario Conte. «Grazie alla sinergia fra Comune e Camera di Commercio, oltre all’aiuto di alcuni partners, sarà possibile offrire ai cittadini una serie di proposte di livello altissimo e che proiettano Treviso in una dimensione europea. L’ambizione è quella di diventare una delle capitali della cultura, con proposte all’avanguardia in grado di attirare sempre più visitatori e appassionati di cultura. Fra l’altro, la mostra su Leonardo che partirà il 19 aprile è fortemente rappresentativa del nostro territorio: nella Marca trevigiana, sono tantissimi i visionari, gli imprenditori e i grandi uomini del passato e del presente che hanno inventato e inventano ancora bellezza e tecnologia»
«Ringrazio la Camera di Commercio che ha accolto la nostra proposta culturale con entusiasmo, permettendoci di offrire ai cittadini, peraltro nei propri locali, mostre di livello internazionale», dichiara l’assessore ai Beni Culturali e Turismo della Città di Treviso, Lavinia Colonna Preti. «Il Palazzo della Borsa, nei prossimi mesi, diventerà un polo di interesse e il Festival dell’Invenzione rappresenta la kermesse di apertura perfetta per una stagione di grandi eventi. Nello specifico, la Mostra su Leonardo non sarà solo intrattenimento e cultura, ma vuole aprire nuove sfide nel mondo nel mondo dell’impresa un laboratorio di innovazione per i nostri giovani»
Così il presidente della Camera di Commercio di Treviso e Belluno Mario Pozza: «Diamo continuità al forte impegno che è giunto al terzo anno, con il Comune di Treviso. Il nostro contributo si estrinseca soprattutto per la messa a disposizione di proposte progettuali, fattori fondamentali per la crescita economica del territorio. Vogliamo che il salone della Borsa sia il simbolo della rinascita della degli spazi della città. Finanziamo per 100mila euro la progettualità dei grandi eventi di Treviso, per l’innata capacità degli imprenditori di fare bellezza e impresa in un territorio locomotiva economica d’Italia»


Data ultima modifica: 11/04/2019