06/04/2017

Cinque per mille IRPEF

La normativa nazionale riconosce a ciascun contribuente la facoltà di destinare la quota del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) al sostegno delle attività sociali svolte dal proprio comune di residenza.
Anche quest’anno, dunque, in sede di dichiarazione dei redditi 2016, è possibile esprimere tale scelta.
E’ importante sottolineare che le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro e possono pertanto essere tutte espresse.
Il contribuente può effettuare la scelta firmando nell’apposito riquadro che figura sui modelli di dichiarazione UNICO oppure 730 oppure la scheda allegata alla Certificazione Unica per quanti sono dispensati dall’obbligo di presentare la dichiarazione.
Destinando il cinque per mille IRPEF al Comune di Treviso si dà all’Ente l’opportunità di ampliare e migliorare i servizi sociali offerti ai cittadini.
Grazie al contributo di coloro che a partire dal 2009 hanno espresso questa scelta è stato possibile realizzare le seguenti attività:
– assistenza domiciliare educativa territoriale a favore di minori in situazione di disagio psico-relazionale e socio-ambientale;
– promozione del benessere relazionale e prevenzione del disagio dei ragazzi all’interno di un Istituto Comprensivo, con attivazione di uno spazio d’ascolto, di percorsi formativi nelle classi e di un centro pomeridiano (doposcuola);
– contributi economici ad associazioni attive nel territorio in ambito sociale e a persone residenti in situazione di difficoltà;
– trasporto gratuito a favore di anziani e disabili per accompagnamenti a servizi e/o strutture socio-sanitarie, riabilitative, rieducative e terapeutiche;
– implementazione del servizio di “mensa solidarietà” a favore di persone in condizione di grave marginalità e difficoltà socio-economica.
Si invitano pertanto i cittadini contribuenti che si apprestano a presentare la dichiarazione dei redditi 2016 a devolvere la quota del cinque per mille al Comune di Treviso.


foto assessorato icona