Buoni spesa e acquisto di beni di prima necessità "TREVISO SOLIDALE"

CIVICHE BENEMERENZE

(versione stampabile in formato pdf)

COMUNE DI TREVISO
– REGOLAMENTI –

CIVICHE BENEMERENZE

Regolamento per la concessione delle civiche benemerenze

Art. 1. 1

Art. 2. 1

Art. 3. 2

Art. 4. 2

Art. 5. 2

Art. 6. 2

Art. 7. 2

Art. 8. 3

Art. 9. 3

Art. 10. 3

Art. 11. 3

Art. 12. 3

Art. 13. 4

Art. 14. 4

NOTE:4

 

Art. 1

Il presente regolamento disciplina, nell’ambito delle competenze dello statuto comunale, l’istituzione e la concessione di attestati di benemerenza destinati a premiare persone, enti, società, istituzioni che si siano particolarmente distinti nei diversi campi e attività pubbliche e private.

Art. 2

Il Comune di Treviso addita alla pubblica estimazione e quindi premia l’attività di coloro che con opere concrete nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’industria, del lavoro, della scuola, dello sport, con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico, con particolare collaborazione alle attività della pubblica amministrazione, con atti di coraggio e di abnegazione civica, abbiano in qualsiasi modo giovato a Treviso, rendendone più alto il prestigio attraverso la loro personale virtù, sia servendone con disinteressata dedizione le singole istituzioni.

Art. 3

Le onorificenze del Comune di Treviso per le civiche benemerenze sono costituite dal “Totila d’oro”, “Sigillo della città”, “Cittadinanza onoraria”, “Riflettore donna” nonché da tutte quelle che sono istituite e disciplinate in conformità del presente regolamento. Possono essere concesse anche alla memoria.

Art. 4

L’onorificenza “Totila d’oro” consiste in una medaglia del diametro di mm. 70 con nel verso la figura di Totila inscritta nella dicitura circolare “Tarvisium Memor” e nel verso lo stemma del Comune di Treviso sullo sfondo di una torre a tre merli su campi incrociati, il tutto inscritto nella dicitura dantesca circolare “Dove Sile e Cagnan s’accompagna”.
E’ concessa dal sindaco della città, sentita la conferenza dei presidenti di gruppo e accogliendo proposte e suggerimenti del consiglio comunale e dei cittadini, a personaggi, enti, società ed istituzioni che con la loro attività e con la loro opera illustrano ed onorano la città di Treviso.

Art. 5

L’onorificenza “Sigillo della città” consiste in una riproduzione dell’antico sigillo della città.
E’ concessa dal sindaco, sentita la conferenza dei presidenti di gruppo e accogliendo proposte e suggerimenti del consiglio comunale e dei cittadini, ai cittadini trevigiani (per nascita o adozione), che si siano distinti, anche fuori del territorio cittadino, nei campi e per le attività di cui al precedente art. 2.

Art. 6

La “Cittadinanza onoraria” consiste in una pergamena che attesta l’iscrizione simbolica tra la popolazione della città di cittadini anche stranieri che si siano particolarmente distinti nei campi e per le attività di cui al precedente art. 2.
E’ concessa dal sindaco, sentita la conferenza dei presidenti di gruppo, accogliendo anche proposte e suggerimenti del consiglio comunale e dei cittadini.

Art. 7

Il premio “Riflettore Donna” è assegnato annualmente, nella ricorrenza dell’8 marzo, ad una donna di norma residente in Treviso, quale riconoscimento dell’impegno quotidianamente profuso nell’ambito della realtà quotidiana, nel campo professionale, artistico, sociale e familiare.
Consiste nella consegna di un piatto d’argento, con diametro di circa 20 centimetri, portante incisi il sigillo antico del Comune di Treviso, il titolo di “Riflettore Donna”, il nome e cognome della persona insignita, accompagnato da un attestato su carta pergamena.
Il premio è concesso dal sindaco, secondo la proposta della consulta femminile, delle associazioni femminili trevigiane e della commissione pari opportunità.

Art. 8

Le proposte di concessione di civiche benemerenze devono essere corredate dai necessari rapporti ed elementi informativi. Devono pervenire al gabinetto del sindaco.
L’esame e l’istruttoria delle istanze o proposte sono di competenza dell’ufficio di gabinetto.
Gli atti del procedimento sono riservati.

Art. 9

Il consiglio comunale può eccezionalmente istituire, con formale deliberazione assunta in seduta pubblica, a maggioranza assoluta dei suoi membri, premi particolari o specifici riconoscimenti con modalità da stabilire di volta in volta.
L’istruttoria degli atti è svolta dall’ufficio di gabinetto.

Art. 10

Per ogni onorificenza è istituito un registro delle concessioni.
I registri sono conservati nell’ufficio del sindaco e gestiti dal capo di gabinetto.
Tutte le onorificenze sono costituite dal relativo simbolo e da un certificato in unico originale, con le motivazioni dell’assegnazione della civica benemerenza, sottoscritto dal sindaco e recante il numero progressivo, riportato nel relativo registro delle concessioni.

Art. 11

Tutte le civiche benemerenze sono consegnate dal sindaco, assistito dal segretario generale e dal capo di gabinetto.
La consegna avviene con cerimonia pubblica, di norma nel Salone dei Trecento, alla presenza del consiglio comunale e delle autorità cittadine.
Il “Totila d’oro” viene consegnato nella ricorrenza annuale del patrono della città. La cerimonia è partecipata con manifesti a tutta la cittadinanza che è invitata.
Tutte le spese delle cerimonie previste dal presente regolamento sono assunte a carico del bilancio comunale.

Art. 12

Incorre nella perdita della civica benemerenza l’insignito che se ne renda indegno.
Il provvedimento di revoca della relativa concessione é adottato dalla giunta comunale, su proposta del sindaco e ratificato dal consiglio comunale.

Art. 13

Tutti gli oneri riguardanti l’attività disciplinata dal presente regolamento rientrano nell’ambito delle spese di rappresentanza di pertinenza dell’ufficio del sindaco.

Art. 14

Il presente regolamento entra in vigore dopo la seconda pubblicazione come previsto dal vigente statuto comunale.

NOTE:

Settore / Servizio responsabile: Gabinetto del Sindaco
Approvazione / Ultima modifica: Deliberazione di Consiglio comunale n. 43 del 17. 5.1999
Contenuto ultima modifica: – – –


Data ultima modifica: 25/11/2016