Buoni spesa e acquisto di beni di prima necessità "TREVISO SOLIDALE"

CONFERIMENTO INCARICHI A PERSONALE INTERNO PER ATTIVITA’ DI FORMAZIONE

(versione stampabile in formato pdf)

COMUNE DI TREVISO
– REGOLAMENTI –

CONFERIMENTO INCARICHI A PERSONALE INTERNO PER ATTIVITA’ DI FORMAZIONE

Regolamento per il conferimento di incarichi a personale interno per attività di formazione

Art. 1 – Istituzione dell’albo dei docenti interni1

Art. 2 – Modalità e criteri per la nomina dei docenti interni1

Art. 3 – Modalità di effettuazione delle prestazioni di docenza. 2

Art. 4 – Compenso. 2

Art. 5 – Valutazione dei risultati della formazione erogata. 2

Art. 6 – Tutela della privacy. 3

NOTE:3

 

Art. 1 – Istituzione dell’albo dei docenti interni

1. L’Amministrazione comunale, al fine di garantire la formazione e l’aggiornamento del personale, si avvale anche del proprio personale interno, compreso quello di qualifica dirigenziale, per lo svolgimento delle attività inerenti la realizzazione e la docenza dei corsi.
2. A tal fine è istituito, presso il Settore Risorse Umane, l’Albo dei docenti interni, formato dai dipendenti del Comune di cat. B, C, D e dirigenziale, interessati a svolgere attività di docenza.
3. Ciascun dipendente può presentare richiesta scritta di iscrizione all’Albo al Settore Risorse Umane con le seguenti modalità:
a) compilando il modulo predisposto dal Settore Risorse Umane, nel quale devono essere indicati gli argomenti sui quali intende svolgere l’attività di docenza;
b) allegando il proprio curriculum professionale.

Art. 2 – Modalità e criteri per la nomina dei docenti interni

1. L’iscrizione all’Albo non comporta per il dipendente alcun diritto allo svolgimento dell’attività di docenza nei corsi organizzati dal Comune.
2. La scelta del dipendente a cui affidare l’incarico viene effettuata tenendo conto:
– della posizione di lavoro ricoperta nell’Ente, in relazione al tipo di docenza da svolgere;
– dello specifico titolo di studio posseduto, in relazione al tipo di docenza da svolgere, nonché delle eventuali esperienze professionali maturate nel campo della formazione, sia all’interno che all’esterno dell’Ente;
– del principio di rotazione tra gli iscritti, a parità di esperienza professionale.
3. L’affidamento dell’incarico viene effettuato dal Dirigente del Settore Risorse Umane, ai sensi dell’art. 53 del D. Lgs. 30.3.2001, n. 165. L’atto di affidamento dell’incarico, inviato per conoscenza anche al responsabile della struttura di appartenenza del dipendente, deve specificare l’attività oggetto dell’incarico, la durata, il periodo dell’esecuzione e il compenso da corrispondere.
4. Il Dirigente del Settore Risorse Umane può comunque conferire incarichi di docenza al personale interno non inserito nell’Albo qualora, in relazione alle materie del corso da realizzare, non sia rinvenibile, tra i dipendenti inseriti nell’Albo, la professionalità richiesta.

Art. 3 – Modalità di effettuazione delle prestazioni di docenza

1. Le prestazioni di docenza dei dipendenti, esclusi i dirigenti, i titolari di posizione organizzativa e le alte professionalità, vengono svolte al di fuori dell’orario di servizio.
2. Al termine del corso il docente consegna al Settore Risorse Umane una scheda di fine corso che sintetizza gli argomenti trattati e l’orario in cui si è tenuta la docenza, allegando il materiale didattico prodotto o utilizzato durante il corso. Tale materiale resta agli atti dell’Amministrazione comunale e potrà successivamente essere utilizzato dalla stessa in altri interventi formativi.
3. A ciascun docente viene rilasciata un’attestazione dell’attività svolta.

Art. 4 – Compenso

Ai docenti interni, esclusi i dirigenti, i titolari di posizione organizzativa e le alte professionalità, sono corrisposti, per ogni ora di effettiva docenza svolta al di fuori dell’orario di servizio, i seguenti compensi lordi, comprensivi dell’attività di docenza e delle attività preparatorie:
– personale di cat. B: € 25,00;
– personale di cat. B, in possesso di diploma di laurea, nel caso in cui la materia trattata nel corso è inerente al titolo di studio posseduto: € 30,00;
– personale di cat. C: € 30,00;
– personale di cat. C, in possesso di diploma di laurea, nel caso in cui la materia trattata nel corso è inerente al titolo di studio posseduto: € 36,00;
– personale di cat. D: € 40,00;
– personale di cat. D, in possesso di diploma di laurea, nel caso in cui la materia trattata è inerente al titolo di studio posseduto: € 48,00.
2. A seguito dell’invio da parte del docente della scheda di fine corso, di cui all’art. 3, comma 2, il Dirigente del Settore Risorse Umane liquida il compenso, previa presentazione di apposita notula.
3. La docenza dei dirigenti, dei titolari di posizione organizzativa e delle alte professionalità viene svolta durante l’orario di servizio e tenuta in considerazione nell’ambito della valutazione delle prestazioni.

Art. 5 – Valutazione dei risultati della formazione erogata

1. Al termine di ciascun corso vengono raccolti i questionari di gradimento del corso. Un report conclusivo, con i risultati dei questionari di gradimento, viene inviato ai docenti del corso.

Art. 6 – Tutela della privacy

1. I dati personali vengono trattati secondo le disposizioni previste dal D. Lgs. 30.6.2003, n. 196 (codice in materia di protezione dei dati personali).

NOTE:

Settore / Servizio responsabile: Settore Risorse umane
Approvazione / Ultima modifica: Deliberazione di Giunta comunale n. 469 dell’1.12.2010
Contenuto ultima modifica: – – –


Data ultima modifica: 13/12/2010