Istituzione dell’Urban Center di Treviso

(versione stampabile in formato pdf)

COMUNE DI TREVISO
– REGOLAMENTI –

URBAN CENTER DI TREVISO

Regolamento istitutivo dell’Urban Center di Treviso
Art. 1 – Cos’è l’Urban Center di Treviso (UCT).

Art. 2 – Finalità dell’Urban Center di Treviso (UCT).

Art. 3 – Attività dell’Urban Center di Treviso (UCT).

Art. 4 – Modalità di diffusione e consultazione.

Art. 5 – Archivio dei progetti

Art. 6 – Forme di collaborazione.

Art. 7 – Risorse dell’U.C.

NOTE

 

Art. 1 – Cos’è l’Urban Center di Treviso (UCT)

L’Urban Center di Treviso è il luogo di confronto e informazione, che nasce come strumento di comunicazione attiva e di promozione del territorio.
Obiettivo dell’UCT è comunicare il processo di programmazione e di trasformazione della città di Treviso attraverso la partecipazione e la divulgazione di un programma di attività orientato a stimolare l’interesse sui temi della città contemporanea. I temi dell’architettare e della qualità urbana e del vivere diventano lo strumento per promuovere conoscenza, partecipazione e dialogo, verso tutte le componenti che costituiscono “cittadinanza” per accogliere e raccontare le grandi trasformazioni urbane del territorio nel prossimo futuro.
Nel sito web dell’UCT verranno raccolte tutte le informazioni utili all’ascolto della cittadinanza per una migliore gestione e programmazione della città e delle politiche urbane.

Art. 2 – Finalità dell’Urban Center di Treviso (UCT)

Il presente regolamento disciplina la costituzione, l’organizzazione e la gestione dell’UCT ed è istituito per conseguire le seguenti finalità volte alla:
– Promozione dell’attività programmatoria del Comune di Treviso e del marketing territoriale;
– Informazione sulla progettualità e trasformabilità del territorio;
– Partecipazione nei processi di pianificazione;
– Divulgazione e condivisione delle problematiche della sostenibilità, dell’ambiente e del territorio;
– Ascolto della cittadinanza tramite l’interfaccia dell’attività sul sito web.

Art. 3 – Attività dell’Urban Center di Treviso (UCT)

L’attività dell’UCT si esplica attraverso le seguenti funzioni:
– Divulgazione dei principali tematismi urbanistici ed ambientali;
– Conoscenza dell’evoluzione pianificatoria della città di Treviso;
– Partecipazione attiva della cittadinanza nei processi della trasformazione e riqualificazione della città;
– Creazione di un incubatore di iniziative e centro di ricerca e di confronto sulle storie, le identità, le memorie e i mutamenti del territorio;
– Illustrazione delle tesi di laurea riguardanti il territorio.

Art. 4 – Modalità di diffusione e consultazione

L‘UCT è la sede principale di discussione dei piani e dei progetti, pubblici e privati, relativi alla gestione e alla trasformazione del territorio. L’UTC non dovrà approvare o respingere i progetti presentati, ma promuovere, in relazione al rilievo e alla specificità dell’argomento, le forme di partecipazione ritenute più idonee. Obiettivo della attività di partecipazione è la raccolta dei contributi di competenze specifiche per la valutazione delle scelte, la massima trasparenza delle scelte stesse, la prevenzione delle ragioni di conflitto in materia di trasformazione del territorio, a partire dalla costruzione di percorsi di condivisione del quadro di informazioni che sottendono le scelte stesse, il trasparente coinvolgimento degli operatori, pubblici e privati, per il raggiungimento degli obiettivi esplicitati dalla Amministrazione.
A tal fine all’UCT partecipativo saranno sottoposte le proposte relative a:
– Variazioni urbanistiche e la pianificazione attuativa;
– Interventi di riqualificazione di grandi aree;
– Progetti degli accordi pubblico-privati;
– Piani di settore (piste ciclabili, piani d’azione per l’energia sostenibile PAES, ecc.);
– Principali opere pubbliche di previsione;
– Dati del monitoraggio ambientale;
– Grandi trasformazioni e programmi strategici o complessi.
Le attività dell’UCT di cui sopra saranno pubblicate mediante l’apposita sezione nel sito web comunale.
La documentazione che illustrerà i progetti edilizi o urbanistici è quella prevista dal Regolamento Strumenti Urbanistici Attuativi.

Art. 5 – Archivio dei progetti

I piani e i progetti oggetto di discussione restano consultabili presso l’UCT fino alla loro approvazione.
Dopo l’approvazione i piani e i progetti costituiranno un archivio, sempre presso l’UCT, delle trasformazioni in corso, sempre accessibile.
I progetti verranno aggiornati con le successive eventuali varianti significative, fino al collaudo e cessione delle opere infrastutturali e di urbanizzazione.
I piani e i progetti ultimati costituiranno un archivio storico consultabile per estratto riassuntivo.
L’archivio storico sarà costituito anche da:
– Cartografia storica della pianificazione;
– Planimetrie e mappe storiche;
– Schede analitiche alla scala edilizia;
– Restituzioni fotografiche storiche;
– Documentazione del centro storico;
– Banche dati territoriali.

Art. 6 – Forme di collaborazione

Al fine di rendere più ampia la partecipazione, ma anche la divulgazione dei processi di rinnovo e di riqualificazione del territorio, potranno essere concordate forme di collaborazione con Enti ed organismi locali, le cui attività potranno avere ricadute sul territorio comunale.
Gli eventuali partner da coinvolgere potranno essere individuati tra i seguenti soggetti:
– Istituzioni;
– Associazioni di categoria;
– Associazioni culturali;
– Università, Enti di Ricerca;
– Ordini professionali;
– Smart community;
– Attori economici;
– Operatori privati.
Le forme amministrative di accordo potranno essere quelle del protocollo di intesa o delle convenzioni.

Art. 7 – Risorse dell’U.C.

Per garantire la continuità delle funzioni dell’UCT il Comune individua, attrezza e sostiene le spese di uno spazio e di uno staff che lo gestisce, ne consente turni di apertura, ne custodisce i materiali prodotti.
L’Amministrazione comunale stanzia annualmente nel proprio bilancio le risorse economiche necessarie per tutti i costi di gestione e di funzionamento, sollecitando eventualmente anche contributi finanziari esterni.
L’individuazione dello Staff è demandata agli organi comunali competenti, che ne individueranno competenze e compiti.

NOTE:

Settore / Servizio responsabile: Settore Pianificazione Territoriale ed Urbanistica
Approvazione: Deliberazione di Consiglio comunale n. 39 del 28.7.2016
Contenuto ultima modifica: – – –

 


Data ultima modifica: 26/10/2016