EFFICIENTAMENTO ENERGETICO, ADEGUAMENTO SISMICO E PREVENZIONE INCENDI: SICUREZZA A 360 GRADI PER LE SCUOLE TREVIGIANE

Grazie ai prossimi interventi il 91 % degli edifici avrà il certificato di prevenzione incendi. Obiettivo 100%. Il sindaco Conte: «A prescindere da linee guida e misure anti-Covid, la scuola deve essere il luogo più sicuro per i nostri bambini»

Treviso, 24 giugno 2020

Sono ripartiti i lavori di efficientamento degli edifici scolastici e degli impianti sportivi comunali che, grazie agli adattamenti alle più recenti norme di prevenzione incendi, otterranno la specifica certificazione per il 91% delle costruzioni a fronte del 42,2% nazionale, dato emerso dal rapporto di Legambiente “Ecosistema Scuola”.

L’Amministrazione ha infatti messo in atto una serie di interventi di messa in sicurezza e adeguamento – anche antisismico – alle normative più recenti.

Sono stati infatti appaltati i lavori di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e impiantistica delle scuole primarie di secondo grado “Serena” oltre che alle scuole primarie “Ciardi”, “San Giovanni Bosco” e “Vittorino da Feltre”.  

La cantierizzazione è prevista entro i primi 15 giorni di luglio. Alle scuole “Anna Frank” (San Giuseppe) e “San Giovanni Bosco” (Canizzano) partiranno presto i lavori riqualificazione energetica, nuovo isolamento termico e impermeabilizzazione della copertura.  Lavori di riqualificazione che proseguono anche alla Palestra CONI: al fine di garantire la ripresa delle attività, sono stati individuati nuovi spazi che verranno opportunamente ristrutturati fra i quali la Palestra “Mantegna” e altri interventi puntuali nella palestra di San Bartolomeo e dell’impianto sportivo “Medaglie d’Oro”.  L’intervento, che costerà 200 mila euro, è già stato appaltato, così come quello del piano rialzato delle Scuole Primarie Manzoni, risultato ammalorato.  Alle scuole medie “Martini” (Santa Maria del Rovere) sono invece terminati i lavori di recupero dei servizi igienici del lato nord (costo 40 mila euro).  

«Le scuole devono essere il luogo più sicuro per i nostri ragazzi e, già da tempo, abbiamo intrapreso un percorso di riqualificazione, dalle norme antincendio all’adeguamento sismico», le parole del sindaco Mario Conte. «A prescindere da quelle che saranno le linee guida per il ritorno a scuola e gli interventi per garantire la sicurezza degli alunni dal punto di vista igienico-sanitario, gli alunni devono poter contare su una sicurezza a 360 gradi, che noi intendiamo garantire con questi interventi per i quali ringrazio il settore Lavori Pubblici e tutti i consiglieri comunali che hanno effettuato sopralluoghi e raccolto segnalazioni».

«Da un’analisi effettuata dal Settore Lavori Pubblici le scuole che, attualmente, sono in possesso della certificazione antincendio sono il 77% su circa 55 edifici», afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Sandro Zampese. «Alla conclusione dei lavori già appaltati oltre a quelli della scuola Barbisan – che sono in corso – raggiungeremo il 91% degli edifici certificati. Considerato che, nei prossimi mesi, saranno eseguiti i lavori alle scuole Anna Frank e Don Milani potremo arrivare 97% con la possibilità di toccare il 100% con la messa a norma delle scuole Valeri. Si tratta di una percentuale importante, considerato che il patrimonio degli edifici scolastici non è di recente costruzione. Ci stiamo comunque impegnando, attraverso una programmazione a ritmi serrati, per adeguare le strutture agli standard più recenti attraverso manutenzione, sicurezza e adeguamento antisismico».


Data ultima modifica: 24/06/2020