11/01/2017

Emergenza freddo, Comune e Caritas mettono a disposizione altri 20 posti

Grigoletto: “Nessuno deve restare indietro”

Emergenza freddo, i servizi sociali del Comune di Treviso di concerto con la Caritas hanno incrociato i dati relativi ai senza dimora e condiviso la decisione di trovare ulteriori posti. Da ieri sera è infatti operativa una nuova struttura da 20 letti presso la Parrocchia di San Pio X. Posti che si aggiungono ai 50 messi a disposizione in via Pasubio e via Risorgimento, oltre a quelli nelle strutture della Caritas.
“Nessuno deve rischiare la vita a causa del freddo intenso di questi giorni e le previsioni per i prossimi non sono migliori– è il commento del vicesindaco e assessore alla coesione sociale del Comune di Treviso Roberto Grigoletto – Casi di questo tipo sono già saliti, purtroppo, agli onori delle cronache”.
Un lavoro importante lo stanno svolgendo gli uomini della polizia locale accertando, anche nella notte e serata di ieri, che nessuno fosse in strada al freddo e indirizzando i senza tetto anche nella struttura di emergenza aperta da ieri sera.  “Al Prefetto abbiamo detto questa mattina di fare opera di persuasione,  con la sua autorità, presso altri Comuni  – chiude il vicesindaco – affinché possano mettere a dispongono analoghe strutture di accoglienza per emergenza freddo come fa da anni il capoluogo. Dalla Prefettura c’è stata condivisione all’iniziativa”.