ESPOSIZIONI AL CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO

DOMANI 7 APRILE PARTE IL TRADIZIONALE CICLO DI MOSTRE NEI SUGGESTIVI SPAZI DEL TREDICESIMO SECOLO

Inizia domani 7 aprile con la mostra collettiva della Cooperativa Solidarietà “Na Toeta per Solidarietà” il tradizionale ciclo di esposizioni nel chiostro della Chiesa di San Francesco a Treviso.

Da aprile a ottobre, 7 grandi mostre di artisti trevigiani o del territorio, con le opere ulteriormente valorizzate dalla suggestiva cornice dell’antico chiostro del tredicesimo secolo. Come ogni anno, le esposizioni sono state accuratamente selezionate dall’apposita Commissione.

“Riapre la stagione delle mostre d’arte nel suggestivo Chiostro della Chiesa di San Francesco: una lunga tradizione che si rinnova – dichiara l’assessore ai beni culturali del Comune di Treviso Luciano Franchin – Ringrazio la commissione che ogni anno si incarica di organizzare la programmazione delle esposizioni. Ancora una volta un momento importante per la cultura della nostra Città”.

L’ingresso alle mostre è libero: per informazioni è possibile telefonare allo 0422.658653.
Come preannunciato, primo appuntamento dal  7 al 17 aprile con l’esposizione collettiva di arte figurativa “Na toeta per Solidarietà”, un evento unico, a cavallo tra il mondo dell’arte e il mondo della disabilità, che la Cooperativa Solidarietà organizza da più di trent’anni; e che quest’anno per la prima volta sarà ospitato nella Chiesa di San Francesco.

Questo il calendario completo delle mostre:

7-17 aprile
Na toeta per Solidarietà
mostra collettiva di pittura e scultura

21.04-13.05
Piero De Angelis – sculture tra mito e natura
mostra di scultura

16-28 maggio
I volti dei soldati trevigiani
mostra di fotografia

1-17 giugno
Introspezione, volto, corpo e anima nella pittura contemporanea
mostra di pittura di Elisa Rossi e Paolo Pasotti

31.08-12.09
Colori e immagini dell’Eden
Mostra d’arte dell’Unione Cattolica Artisti Trevigiani

15-27 settembre
Il giardino delle arti
Mostra collettiva d’arte

7-18 ottobre
Lungo il fiume
mostra d’arte di Luciano Longo e Fernando Andrea Messironi

Data ultima modifica: 09/04/2018