IMU e TASI 2019

Il Servizio Tributario e Tariffario del Settore Ragioneria e Finanze, anche quest’anno effettuerà l’attività di spedizione delle lettere ai contribuenti, sino ad oggi bonificati, per il pagamento dell’IMU e della TASI anno 2019.
Quest’anno i contribuenti che riceveranno la comunicazione direttamente a casa saranno circa 25.000 (2.500 di questi via e-mail/pec).
Tali contribuenti riceveranno due Modelli F24 già compilati il primo per il pagamento dell’acconto (scadenza 17 giugno) il secondo per il pagamento del saldo (scadenza 16 dicembre).

Leggi l’informativa IUC (in formato pdf)

Leggi l’informativa IUC estesa (in formato pdf)

Novità 2019

L’articolo 1, comma 1092, della nuova legge di Bilancio 2019 estende la riduzione del 50% della base imponibile IMU, prevista dalla Legge per le abitazioni concesse in comodato d’uso a parenti in linea retta di primo grado, anche al coniuge del comodatario nel caso di morte di quest’ultimo e solamente in presenza di figli di minore età (fino al 18° anno non ancora compiuto).

Servizi ai contribuenti

Per qualsiasi informazione troverà a disposizione il personale del Servizio Tributario e Tariffario sito in Piazzale delle Istituzioni 49 edificio E.
Orario di ricevimento pubblico:
• lunedì 8.30 – 13.30 e 15.00 – 17.30
• mercoledì 15.00 – 17.30
• venerdì 8.30 – 13.30
Per info: 0422 658784 – 0422 658745 – fax 0422 658786 – tributi@comune.treviso.it

Orario di ricevimento straordinario
Dal 27 maggio al 17 giugno l’ufficio rispetterà il seguente orario:
• lunedì e mercoledì 8.30 – 13.30 e 15.00 – 17.30
• martedì, giovedì e venerdì 15.00 – 17.30

Come gli scorsi anni è possibile la determinazione del versamento complessivo delle imposte utilizzando il “Calcolatore”.
Per calcolare l’imposta clicca sull’immagine:

Il “Calcolatore” oltre a proporre il conteggio delle imposte prevede anche la possibilità di stampare il modello F24. E’ possibile inoltre calcolare e stampare il modello F24 delle imposte versate in misura inferiore nel corso dell’anno 2018 (con applicazione di una sanzione ridotta).
Per maggiori informazioni clicca qui


Data ultima modifica: 15/04/2019