LA BRaT COMPIE 50 ANNI CON IL “NATALE INCANTATO”

Doppia festa per la Biblioteca dei Ragazzi che celebra il periodo più atteso dell’anno e i 50 anni di attività

Treviso, 3 dicembre 2019

La Biblioteca dei Ragazzi di Treviso festeggia i suoi primi 50 anni con una ricca rassegna di eventi e attività per bambini e famiglie all’insegna della sostenibilità ambientale, tema che rappresenta il fil rouge di tutto il Natale Incantato 2019.
Si tratta di un traguardo storico per l’istituzione dei giovani lettori, sorta in un locale di via Panciera nel 1969 e ora punto di riferimento per tutti i bambini che ogni giorno popolano le sale di Palazzo Rinaldi.
Il Natale della BRaT verrà sostenuto quest’anno da Banca Prealpi SanBiagio in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Treviso.
Si partirà il 6 dicembre con il “Salotto Incantato di Babbo Natale” sotto la Loggia dei Trecento. Una vera e propria casetta di Babbo Natale, allestita secondo il tema della foresta incantata e dei personaggi fantastici che la abitano con tanto di biblioteca dedicata alla natura, dove i bimbi potranno consegnare la loro letterina e, ogni sabato e domenica (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20), scattare una foto insieme a Babbo Natale in persona grazie al set allestito dal fotografo Alvise Bortolanza. Per tutti un omaggio a sorpresa dedicato al tema della sostenibilità ambientale.

Non mancheranno gli spettacoli di strada per tutta la famiglia che partiranno proprio dal Salotto di Babbo Natale: domenica 15 dicembre alle 17.30 si terrà l’esibizione “Piano Sky” con la pianista Giulia Vazzoler, mentre domenica 22, alle 16.30, Babbo Natale e i suoi Aiutanti saranno protagonisti grazie al Teatro delle Arance e Teatro che Pazzia con uno spettacolo itinerante che terminerà alla BRaT verso le 17.00 con il taglio della torta. Il 24 dicembre, alle 17.30, sarà invece la volta dello spettacolo di strada l’Albero Magico e Olaf Elfo a cura di Jesse Atria.
Inoltre, nell’ambito delle celebrazioni del Natale e dei 50 anni della BRaT, sono in programma altri appuntamenti speciali. Venerdì 13 dicembre si terrà l’accensione del tradizionale Albero di Natale, quest’anno alto ben 5 metri, nel Giardino dei Diritti dei Bambini (vicino a Piazza Rinaldi) con la cioccolata calda offerta da Israa.
Domenica 22 dicembre, dalle 16.00, ci sarà una vera e propria festa di compleanno per la BRaT.
Alle 17.00 circa, per il taglio della torta di Compleanno, arriverà Babbo Natale in persona con tutti i suoi aiutanti, direttamente dalla casetta di Palazzo dei Trecento.
«Il Natale è la festa delle famiglie ma soprattutto dei bambini che, anche grazie alla BRaT e al preziosissimo servizio culturale e di intrattenimento che ha svolto in questi anni, hanno la possibilità di scoprirne tutta la magia. Letture animate, spettacoli, oltre a momenti di festa e condivisione, come l’accensione dell’albero e la cioccolata calda con Israa, sono tanti gli eventi a misura di bimbo per questo Natale Incantato», afferma l’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti. «Quest’anno si celebrano i 50 anni di questa stupenda realtà, punto di riferimento non solo per le scuole ma per tutti gli amanti della lettura».
«La BRaT è una vera e propria istituzione», le parole dell’assessore all’Istruzione Silvia Nizzetto. «Nei suoi 50 anni di storia questa biblioteca ha saputo coinvolgere, educare e trasmettere messaggi importanti, primo fra tutti quello che la cultura e l’amore per la lettura non sono cose solo “da grandi” ma un valore che si può coltivare addirittura dai primissimi anni di vita. Le festività natalizie rappresentano inoltre un’occasione per riscoprire il piacere di un pomeriggio in biblioteca per assaporare la magia del periodo più atteso dell’anno».

«Con la partecipazione ai festeggiamenti per i 50 anni della BRaT e al Natale di Treviso, vogliamo dimostrare che Banca Prealpi SanBiagio è pronta a dare una risposta concreta alle istanze del tessuto sociale e produttivo cittadino», afferma Carlo Antiga, presidente di Banca Prealpi SanBiagio. «Il nostro è un Istituto solido e ben radicato nella Marca, e insieme al Gruppo Cassa Centrale, di cui siamo parte, intendiamo diventare punto di riferimento per lo sviluppo del Capoluogo, instaurando un rapporto di dialogo e collaborazione proficua con le Istituzioni e la comunità locale».

Un po’ di storia…

La biblioteca è conosciuta dai bambini con la sigla BRaT (B-iblioteca, RA-gazzi, T-reviso)
Fu inaugurata il 22 dicembre 1969 con il nome “La curiosa” in un ex negozio in affitto in Via Panciera. Promotore dell’iniziativa fu l’allora Assessore alla cultura Enzo Demattè al quale oggi la biblioteca è dedicata. Nel 1987 la BRaT fu trasferita nei locali di proprietà comunale di via Caccianiga. Per un certo periodo ha occupato uno stabile affacciato sul giardino dell’istituto magistrale e in seguito alcune stanze di fronte al giardino e dirimpetto alle scuole De Amicis.
Nel 2011 fu trasferita all’interno della sede storica di Borgo Cavour per permettere i lavori di restauro del Museo Bailo e condivise alcune aree con la biblioteca di conservazione.
Dopo il 2010 la frequenza delle famiglie aumentò moltissimo rendendo la sede insufficiente per i libri e inadatta alle varie attività. Una petizione popolare portò ad un primo allargamento nella stessa sede aggiungendo una stanza e nel 2017 venne invece inaugurata la sede in Piazza Rinaldi.
Inizialmente la biblioteca, coordinata da Roberta Ticcò, era costituita da alcune migliaia di libri e per regolamento l’accesso ai locali era destinato solo ai ragazzi da 8 a 16 anni.
Fu Gemma Camerotto a condurre la BRaT per i successivi trent’anni, facendone crescere in dimensione e qualità la collezione tant’è che oggi la biblioteca trevigiana vanta una delle raccolte di albi illustrati più ricche e complete d’Italia.
Ad oggi la biblioteca possiede oltre 28.000 tra libri e DVD.
La biblioteca è organizzata in ben 76 scaffali in cui bambini e ragazzi possono prendere direttamente i libri da leggere e registrare il prestito tramite una colonnina automatizzata.
La scelta e molto ampia: libri cartonati dai primi mesi di vita, una sezione multiculturale con testi in più di 20 lingue e diversi alfabeti, fumetti, gialli, fantasy e libri speciali per rendere accessibile la lettura a tutti i bambini.
Rimane anche il “cuore antico” della biblioteca con una selezione di testi tra i più significativi della storia della letteratura infantile degli anni Sessanta che, usati e goduti dalle passate generazioni di utenti, restano oggi disponibili come testimonianza della produzione libraria destinata all’infanzia. Questa Sezione storica, che comprende oltre 1.400 libri, è esclusa dal prestito ma può essere consultati in sede.
La frequenza e il modo di intendere la biblioteca sono ulteriormente cambiati negli ultimi anni tanto che nel 2018 si sono registrate più di 42.000 presenze e più di 40.000 libri prestati. Le famiglie visitano la biblioteca come luogo per stare assieme ed incontrare la cultura del libro in maniera divertente ed accessibile a tutti.
In biblioteca è possibile incontrare molti volontari per la promozione della lettura che si spendono per offrire momenti di lettura condivisa nei pomeriggi e per arricchire le visite guidate delle scolaresche. Da poche persone nel 2009 ad una vera associazione riconosciuta e specializzata in promozione della lettura per tutti e letteratura per l’infanzia, il gruppo di lettori Abibrat oggi conta più di 40 iscritti.

rbt




Data ultima modifica: 05/12/2019