La giunta Manildo sostiene la campagna a favore di Caf e Patronati. “Sì al taglio degli sprechi, no al taglio dei diritti”.

La giunta Manildo ha espresso questa mattina all’unanimità la decisione di sostenere la campagna di sensibilizzazione lanciata dai tre sindacati confederali sulle conseguenze del taglio dei fondi ai Caf e patronati e si unisce all’appello inviato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sul grave atto di ingiustizia sociale che questi  tagli comporteranno.
“Queste strutture costituiscono un patrimonio prezioso per la collettività – dichiara il primo cittadino di Treviso Giovanni Manildo  – La crisi economica, seppur forzatamente, ci offre l’opportunità di mettere in atto politiche di efficientamento a più livelli. Credo però che, come auspicato dai sindacati nella lettera inviata al Capo dello Stato, si debba intervenire tagliando gli sprechi e non riducendo servizi in alcuni casi indispensabili, specie per le fasce più deboli della popolazione. Chiediamo quindi un ripensamento della riduzione dei fondi: rischiamo di cancellare un servizio gratuito in grado di garantire l’uguaglianza di accesso ai diritti”.


Data ultima modifica: 11/03/2015