Normale ripresa delle attività pubbliche dopo incendio De Longhi

A seguito delle ripetute richieste pervenute da parte di cittadini, circa la situazione di sicurezza inerente quanto avvenuto successivamente all’incendio della fabbrica De Longhi, si precisa di fare riferimento totale ed esclusivo ai comunicati emessi dall’ufficio stampa della Prefettura di Treviso che sintetizzano tutte le attività, gli approfondimenti, l’esame dei dati effettuati dagli organi preposti impegnati a monitorare costantemente e continuamente l’area oggetto dell’incendio e le zone limitrofe.

Si evidenzia che le realtà istituzionali coinvolte (Trevisoservizi s.r.l., Treviso Sinergie s.r.l., Comune di Treviso nella sua interezza), hanno svolto con estremo impegno quanto era necessario nei limiti delle loro competenze.
In particolare l’intervento della Polizia Locale è stato tempestivo:
– già a partire dalle ore 13.30 sono state predisposte le prime deviazioni e chiusure del traffico urbano ed i servizi di viabilità tali da agevolare gli interventi dei mezzi di soccorso;
– si è successivamente provveduto a monitorare il territorio, con particolare attenzione agli effetti di ricaduta dei residui/polveri;
– pattuglie motomontate ed automontate, congiuntamente agli altri servizi di emergenza di polizia e di protezione civile, hanno preavvisato la popolazione con l’ausilio di megafoni, fornendo indicazioni sui primi provvedimenti da adottare per la tutela della salute pubblica;
– si è intervenuti direttamente presso le scuole materne ed elementari più vicine al luogo dell’incendio, dando indicazioni al personale docente e non;
– complessivamente, il personale impiegato è stato di circa n. 40/50 unità dall’inizio dell’emergenza sino alle ore 21.30, orario del cessato allarme. Dalle 21.30 alle ore 24.00 una pattuglia è rimasta di ausilio ai VV.FF. nelle operazioni di spegnimento dei focolai residui.
– la centrale operativa, in coordinamento con il gruppo volontari della Protezione Civile di Treviso, ha risposto a oltre 650 richieste di informazioni dei cittadini.


Anche la Società Trevisoservizi s.r.l. (Società del Comune di Treviso) si è attivata come segue:
Mercoledì 18/04/2007
– Inizio dello stato di allerta alle ore 14.00 degli operatori/mezzi: 2 responsabili, 3 tecnici, poi inviati a supporto, 3 capiservizio, 32 operai (Igiene Urbana, Verde Pubblico, Tutela Acque e Logistica eventi), 3 autobotti piene d’acqua (capacità di quasi 60 mc)
– Distribuite n° 200 maschere FP3 agli organi istituzionali presenti sul posto (Carabinieri, Polizia, Polizia Municipale, Protezione Civile, SUEM ecc.), predisposto il servizio di transennatura a supporto della PM.
Da Giovedì 19/04/2007 a oggi giovedì 26/04/2007:
– Monitoraggio della zona in prossimità dell’evento (Zona Fiera, Selvana).
– Coordinamento con gli organi istituzionali per i primi interventi di “messa in sicurezza”.
– Pianificazione degli interventi di lavaggio e spazzamento per l’abbattimento delle polveri, sfalcio dell’erba con raccolta di eventuali detriti potenzialmente inquinati.
– Luoghi interessati dagli interventi (con particolare riguardo ai quartieri di Fiera e Selvana):
Sedi scolastiche (pulizia aree verdi e superfici murarie)
– Scuola secondaria di 2° grado “Giorgi”
– Scuola primaria “Volta”
– Scuola dell’infanzia “Andersen”
– Scuola primaria “Ciardi”
– Scuola primaria “Fanna”
– Scuola secondaria “Martini”
– Asilo nido “Gescal-Fiera”
– Scuola dell’infanzia di via Beazzano
– Scuola primaria “Pascoli”
– Scuola primaria “Masaccio”
– Asilo parrocchiale “Cristo Re”
– Asilo parrocchiale “Santa Maria Bertilla”
Strade, vie e piazze;
Alberature stradali e di parchi e giardini;
Aree verdi
(in particolare gli arredi, giochi e panchine).
L’attività di lavaggio delle aree suindicate è stata effettuata con n° 3 autobotti con la capacità complessiva di circa 60 mc, nei giorni 19-20-23-24/04 ininterrottamente dalle 4.30 alle 20.30, nei giorni 21-22/04 dalle ore 4.30 alle ore 12.00.


Treviso Sinergie s.r.l. (Società del Comune di Treviso) in esecuzione delle direttive ricevute dall’Amministrazione Comunale, ha provveduto alla pulizia interna dei seguenti plessi scolastici nel pomeriggio di lunedì 23/04/2007:
– Scuola Primaria Ciardi;
– Scuola dell’Infanzia Andersen;
– Scuola Primaria Fanna.
 Nel pomeriggio di martedì sono stati effettuati interventi di pulizia presso l’Asilo nido comunale di Fiera, e presso la Scuola Volta. Le sedi Masaccio, Pascoli e Beazzano, dopo sopralluogo effettuato, sono risultate  pulite internamente e quindi non si è proceduto ad alcun intervento. La pulizia ha interessato i davanzali interni ed esterni, le superfici piane di calpestio e tutti i termosifoni.


A conclusione si ribadisce, come acclarato dall’ultimo comunicato stampa della Prefettura di Treviso del 23.04.2007, che non esiste  alcuna pericolosità, né alcun rischio per la ripresa delle normali attività della popolazione nel suo complesso. Si precisa inoltre che la pulizia degli ambienti e delle aree esterne può essere effettuata con le normali modalità di esecuzione e di smaltimento.


Per eventuali istanze relative alle diverse attività pubbliche occorre fare riferimento agli Enti ed Amministrazioni normalmente competenti.


 


Ufficio Stampa del Comune di Treviso


Treviso, 26 aprile 2007


Comunicato stampa (in formato pdf)


Data ultima modifica: 30/04/2007