Profughi, Manildo: “Emergenza umanitaria, non potevamo restare sordi. Mi sono vergognato nel vedere delle persone abbandonate a dormire in autobus”

“Mi sono vergognato che delle persone siano state abbandonate a  dormire in un autobus davanti alla stazione dei treni. Questa mattina sono stato il primo a ribadire che in tema di accoglienza non dobbiamo alimentare questo modus operandi che non affronta i problemi e non tiene conto del crescente disagio sociale che i cittadini provano. Ma non potevamo restare sordi a un’emergenza umanitaria”.
Queste le parole del sindaco di Treviso che con l’assessore alle politiche sociali Liana Manfio ha lavorato per dare una risposta all’emergenza: “Ringrazio la comunità marocchina e il Presidente Abdallah Kerzraji che si è reso disponibile ad accogliere queste persone. Per questa notte, grazie anche al nostro interessamento e al lavoro di Caritas in 39 verranno ospitati presso il centro culturale Hilal. Intanto apprendo con piacere la decisione del Prefetto di convocare per domani mattina una riunione con i sindaci e tutti gli attori che, svolgendo ancora una volta il ruolo di supplenti, cercano di rispondere a un’emergenza che oltre a umanitaria è anche sociale e che potrebbe degenerare in problemi di ordine pubblico”.


Data ultima modifica: 21/04/2015