SI RACCOMANDA DI RECARSI PRESSO GLI UFFICI COMUNALI SOLO PER INDEROGABILI URGENZE
ORARIO DEGLI UFFICI COMUNALI

SALTIMBANCHI DELL’ARTE

13-14 e 20-21-22  e 26-27 giugno 2019

TREVISO, PADOVA, VITTORIO VENETO

Festival internazionale dedicato alla Commedia dell’Arte e

al Nuovo Teatro Popolare

I° edizione

Avrà inizio giovedì 13 giugno alle ore 21 in Piazza Rinaldi a Treviso “SALTIMBANCHI DELL’ARTE”, prima edizione del Festival di Commedia dell’Arte e nuovo Teatro popolare che proseguirà poi a Padova dal 20 al 22 giugno all’Odeo Cornaro e a Vittorio Veneto il 26 e 27 giugno al Castrum di Serravalle.

Testimonial del Festival è Carlo Boso, regista, attore e massimo esperto di Commedia dell’Arte.

 

“Questa prima edizione del Festival “Saltimbanchi dell’Arte”, promosso dall’Accademia del teatro in lingua veneta e dagli Amici del Castrum”, le parole del grande esperto di Commedia dell’Arte Boso, “permetterà al pubblico della nostra regione di apprezzare la capacità creativa di una nuova generazione di attrici, attori, cantanti e musicisti riuniti dalla comune passione per quella forma di spettacolo, la Commedia dell’Arte, che sviluppatasi nell’ambito della Repubblica Veneta ha contribuito a rendere famoso il teatro  italiano nel mondo”.

 

“Saltimbanchi dell’arte” alzerà il sipario giovedì 13 giugno alle ore 21 con lo spettacolo “Gli sposi promessi – una manzoniana tragicommedia” della compagnia Sasiski di Roma per la regia dello stesso Carlo Boso.

La Compagnia Sasiski nasce nel 2014 da un’idea del regista Massimiliano Cutrera ed attualmente  è costituita dagli attori: Alessandro Blasioli, Vincenzo Ciardo, Massimiliano Cutrera, Vittoria Galli, Domiziana Loiacono, Maurizio Lucà, e Viviana Simone. Per Gli Sposi Promessi si sono aggiunti due abili giovani attori: Giancarlo Commare e Piergiorgio M. Savarese.
Così l’attore e regista Carlo Boso: “Questa nuova edizione teatrale del celebre capolavoro manzoniano vuole rappresentare un omaggio alle istanze giustizialiste del diciannovesimo secolo e a quella forma di spettacolo che ha partecipato a rendere famoso il teatro italiano nel mondo: la Commedia dell’Arte. Sette giovani attori vi propongono uno spettacolo in cui le maschere di italica memoria la fanno “da padrone” e dove Renzo Tramaglino e Lucia Mondella, dopo innumerevoli avventure e colpi di scena, vinta che avranno la peste, partecipano gioiosi alla rifondazione di un’Italia migliore”

Seguirà venerdì 14 giugno alle ore 21  lo spettacolo  “ In viaggio con i comici” della Compagnia

Gli Equivochi di Macherio (Monza)

con Beatrice Marzorati, Gianmarco Pellecchia e Davide Scaccianoce.

Regia di Davide Scaccianoce.
Tra lazzi e mascheramenti seguendo le orme di una sgangherata compagnia di comici, si dipana un viaggio/spettacolo alla scoperta della storia della commedia dell’arte.
Lungo il tragitto, si presentano le maschere più note di questa prestigiosa tradizione e allo stesso tempo si svelano le vite spericolate degli attori “dietro le quinte”.
Rodolfo e Beatrice, rispettivamente capocomico e primattrice (nonché unica attrice) della compagnia teatrale Equivochi, insieme al povero attore Fulgenzio, costretto a subire i loro litigi, scoprono di trovarsi nel futuro! I tre comici decidono senza esitare di esibirsi per questa platea “avveniristica”.


In caso di pioggia i due spettacoli si svolgeranno all’Auditoriium Stefanini – Viale 3° Armata 35
Ingresso ad offerta  libera
Per info e prenotazioni:
Amici del Castrum castello@serravallefestival.it
cell. 348 4238334

 

Per seguire la sua linea principale che è la formazione l’Accademia del teatro in lingua veneta propone, sempre nell’ambito del Festival, un laboratorio pratico di Commedia dell’Arte e Teatro-azione tenuto da  Marco Luly  che si terrà il 14 giugno dalle 10 alle 17  sempre a Treviso nella Sala riunioni  dell’Centro Associazioni Culturali di Treviso, sita in Via Isonzo (laterale di Viale Luzzatti). 

 

Così l’assessore ai Beni Culturali e Turismo della Città di Treviso: “Siamo felici che da quest’anno anche Treviso sia entrata a far parte del circuito del festival Saltimbanchi dell’Arte che promuove la Commedia dell’Arte, una delle tradizioni artistiche più antiche e importanti del nostro territorio, e che animerà Piazza Rinaldi, fra i luoghi più suggestivi ed eleganti della Città con il suo fascino da campiello sospeso nel tempo che ben si presta ad eventi culturali di questa portata. Inoltre, siamo certi che – per qualità e organizzazione – sarà apprezzato da cittadini e appassionati”.

 

MARCO LULY è un attore, autore, regista e docente molto attivo in Asia (Cina, India, Pakistan, e Sud Est Asiatico), Stati Uniti ed Europa, dove insegna e mette in scena spettacoli presso Università, Accademie d’ Arte, Scuole Internazionali e in occasione di Festival ed Eventi internazionali.

È o è stato membro di numerose Istituzioni internazionali come “Artist in residence” ed ha

inoltre ricevuto numerosi riconoscimenti per l’attività svolta.

 

Gli sposi promessi di Sasiski

Data ultima modifica: 05/06/2019