30/12/2017

Scritte sui muri del sottopasso di via Sarpi, il sindaco Manildo condanna

Verranno cancellate quanto prima.

“La violenza anche sotto forma di parole va condannata senza se e senza ma, come nel caso di questa scritta – dichiara il primo cittadino di Treviso Giovanni Manildo – Si tratta di un episodio vergognoso che non ha niente a che fare con i valori di Treviso e dei trevigiani. La politica nulla deve aver a che fare con il linguaggio dell’odio e con le offese gratuite ed aggressive. La politica dev’essere guidata dalla responsabilità, dal rispetto reciproco e dalla volontà di confrontarsi senza violenza. E questi principi non conoscono per me deroghe o eccezioni”.

Il sindaco ha già dato disposizioni ai tecnici comunali di cancellare le scritte quanto prima.