Tinteggiatura di edifici in centro storico

L’Amministrazione comunale di Treviso rivolge particolare attenzione alle politiche di manutenzione della città ai fini del raggiungimento di un adeguato standard di qualità urbana complessiva.

Sulla base di tali politiche, le aree di città di pregio coinvolte nell’ordinaria attività di gestione del patrimonio edilizio devono essere mantenute con un accettabile livello di decoro e dunque gli interventi manutentivi che via via si rendano necessari, come ad esempio le tinteggiature, devono corrispondere a precise regole di qualità.

Per questo tali interventi, se da eseguire all’interno del centro storico, devono essere affrontati con una consapevolezza storica e tecnica adeguata alla valorizzazione delle facciate degli immobili stessi.

 

Al fine di fornire agli utenti (professionisti, imprenditori e cittadini) una guida metodologica pratica che indichi come procedere nelle diverse fasi per la definizione degli interventi di tinteggiatura, sono state approvate con determinazione dirigenziale n. 2517 del 29/12/2017  le Linee guida per la tinteggiatura dei fabbricati in centro storico”.

 

Le Linee guida si applicano in attesa della predisposizione e dell’approvazione del piano del colore.

 

Le Linee guida infatti non stabiliscono modalità d’intervento rigide, ma definiscono la procedura da seguire prima di eseguire i lavori di tinteggiatura, prevedendo sostanzialmente l’obbligo di richiedere il parere della Commissione Edilizia o della Commissione Locale per il Paesaggio, a seconda della rispettiva competenza, sulle campionature di colore proposte. Le commissioni esprimeranno il parere in sede di sopralluogo.

 

A seguito dell’esecuzione dell’intervento è previsto l’invio di una scheda e di documentazione fotografica post operam al fine di creare una banca dati comunale.

 

Nel caso in cui la tinteggiatura sia fatta con lo stesso colore dell’esistente, è previsto solamente l’obbligo di invio al protocollo comunale, tramite PEC, della scheda e della documentazione fotografica post operam ai fini della creazione della banca dati.

 

Qualora la tinteggiatura si inserisca nell’ambito di un intervento più complesso, comportante anche l’esecuzione di opere edilizie, il parere della commissione competente dovrà essere richiesto a lavori conclusi e prima di eseguire la tinteggiatura. Anche in tali casi è previsto l’obbligo di inviare la documentazione richiesta dalle linee guida ai fini della creazione della banca dati.

 

La tinteggiatura in centro storico non rientra in questa procedura in caso di immobili soggetti a:

  • vincolo monumentale: in questo caso dovrà essere ottenuta apposita autorizzazione della Soprintendenza ai Beni Culturali competente ai sensi della parte seconda del Codice del Paesaggio;
  • vincolo paesaggistico: in questo caso dovrà essere richiesta al Servizio Paesaggio del Comune o dall’Ente Parco Sile, a seconda della competenza per il tipo di vincolo, l’autorizzazione paesaggistica prevista ai sensi della parte terza del Codice del Paesaggio,.

 

Per informazioni più dettagliate sul procedimento clicca qui

 

Per consultare le linee guida clicca qui


Data ultima modifica: 14/05/2018