UN FILO DIRETTO FRA TREVISO E LA CINA

Questa mattina a Ca’ Sugana è stato firmato un patto di amicizia fra il sindaco Mario Conte e il primo cittadino della città-prefettura di Baotou Zhao Jiangtao

Treviso, 17 giugno 2019

Il Comune di Treviso guarda a Oriente e stringe un nuovo rapporto di amicizia con la Cina.  Prosegue il percorso di dialogo culturale ed economico fra la Marca e la Cina attraverso un accordo per l’instaurazione di relazioni amichevoli fra Treviso e Baotou, città – prefettura della Mongolia interna. Questa mattina, nella Sala degli Arazzi di Ca’ Sugana, alla presenza del sindaco Mario Conte, dell’assessore regionale al Turismo Federico Caner, dell’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti e dell’assessore ai Lavori Pubblici Sandro Zampese, oltreché del primo cittadino di Baotou Zhao Jiangtao e a tutte le massime autorità del turismo della Città cinese, è stato firmato un accordo per l’instaurazione di rapporti amichevoli che prevede varie forme di scambio e cooperazione nei settori dell’economia, del commercio, della scienza e della tecnologia, della cultura, dell’istruzione, dello sport e del turismo con l’impegno di promuovere relazioni e contatti fra i sindaci per negoziare scambi e cooperazioni di comune interesse.

«Siamo veramente felici di questo nuovo ponte culturale con la Cina, anche perché, finalmente, la nostra città e il suo territorio, che vanta meraviglie di portata mondiale, apre le porte al mondo per mostrare i suoi punti di forza», le parole del sindaco Mario Conte. «Fra l’altro, il numero di turisti cinesi in Veneto è in continua crescita e questo non può che essere un punto di partenza privilegiato per stabilire nuove sinergie, nondimeno per un collegamento aereo fra la nostra Regione e la nostra Città con la Cina»

Baotou è la seconda metropoli della Regione autonoma della Mongolia interna ed è uno degli avamposti industriali più importanti della Cina: una città moderna dove industria (soprattutto tessile), commercio, cultura e turismo si incontrano. Baotou ha inoltre saputo conciliare crescita economica con difesa ecologica, in una sfida ambientalista di grande successo e risonanza.

Nella giornata di domani, la delegazione cinese, grazie alla collaborazione con la Camera di Commercio di Treviso e Belluno e Fondazione Marca Treviso, incontrerà inoltre operatori turistici e aziende interessate al mercato cinese per scoprire poi le bellezze culturali ed enogastronomiche di Treviso.

Recentemente, Treviso ha ospitato un’importante mostra sulla “Città Proibita e 4000 anni di storia cinese” curata da Adriano Madàro, che ha visto centinaia di visitatori a Palazzo dei Trecento per apprezzare le opere e rappresentazioni esposte.

cof

Data ultima modifica: 17/06/2019