LE VISITE GUIDATE AL PATRIMONIO SEGRETO DEL COMUNE DI TREVISO

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE SVELA I SUOI TESORI ALLA CITTÀ

VISITABILE PER LA PRIMA VOLTA IL DEPOSITO DI SANTA CATERINA

In occasione dell’anniversario dall’apertura al pubblico del primo museo civico trevigiano, avvenuta nel 1888, il Comune di Treviso apre il suo patrimonio segreto alla cittadinanza attraverso una serie di visite guidate gratuite, tenute da ciceroni d’eccezione: il Sindaco Mario Conte e l’Assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti, con la narrazione del personale dei Musei Civici e della Biblioteca Comunale. Lo scopo dell’iniziativa è quello di rendere partecipi i cittadini dell’incredibile patrimonio artistico della città con un taglio curioso e inedito: ogni visita, infatti, oltre a far conoscere storie e oggetti mai svelati prima del patrimonio culturale comunale, incuriosirà con uno storytelling accattivante e aneddoti poco conosciuti o del tutto ignoti.
Il ciclo, inizialmente di cinque incontri, prenderà il via dal deposito dei quadri antichi a Santa Caterina, aperto per la prima volta al pubblico. Vi sono conservate opere al momento non esposte, tra cui il ciclo di vedute di Treviso di Medoro Coghetto, che suggerisce interessanti confronti con la realtà odierna della città. La visita proseguirà ai palazzi comunali di Ca’ Sugana e Palazzo Rinaldi, dove si potranno vivere gli spazi degli uffici “di governo”, nonché le magnifiche sale di rappresentanza. Qui, le opere dei Musei Civici, grazie ad un recente riallestimento, si mescolano ad altri capolavori contemporanei, frutto della collaborazione con il Cantiere Gallery, galleria d’arte di Villorba, che ha arricchito le stanze del Sindaco e della giunta con importanti contributi di artisti trevigiani, tra i quali spiccano i nomi di Paolo Socal, Claudio Rottin, Luca Zuliani, Patrizia Simionato, Andrea Meneghetti e Stefano Bernardi.
Sarà quindi la volta delle Sale Storiche della Biblioteca dove, in un’atmosfera degna della scuola di Hogwarts, si potranno vedere libri, incunaboli, foto e mappe antiche, fra i quali un prezioso e pressoché sconosciuto esemplare montato di un Globo celeste del 1613. Il ciclo proseguirà con la Chiesa di San Teonisto recentemente riportata all’antico splendore da Luciano Benetton per Fondazione Benetton Studi e Ricerche e protagonista di una storia davvero unica di opere “restituite” al luogo cui erano in origine destinate. Per finire con l’Archivio di Stato, ospitato nella sede di quello che fu il convento annesso alla chiesa di Santa Margherita, che conserva i più antichi fondi archivistici esistenti in città, tra i quali – per citarne solamente alcuni – l’archivio civico antico, gli atti dei notai a partire dal XIII secolo, gli archivi degli antichi monasteri soppressi, in particolar modo durante l’epoca napoleonica.
Le visite sono gratuite sino ad esaurimento dei posti disponibili e prenotabili su https://www.eventbrite.it/, inserendo nella barra di ricerca: Visite Guidate al Patrimonio Segreto di Treviso.
Tutti potranno liberamente seguirle in diretta live sulla pagina Facebook del Comune di Treviso. Dopo ogni visita sarà possibile prenotarsi, sempre sul sito Eventbrite, alla visita successiva e ne verrà data comunicazione di settimana in settimana.
Dopo questo primo ciclo di visite, è già in programma un “sequel” per la seconda metà di novembre (di cui daremo annuncio attraverso i canali social del Comune di Treviso) e si sta già pensando alla partenza di un secondo ciclo di eventi, a partire da gennaio 2019, che coinvolga anche i tesori dei quartieri e della provincia di Treviso dove le sorprese non mancheranno!

LE DATE DEL PRIMO CICLO DI VISITE

I Depositi di Santa Caterina Giovedì 27 /09 ore 18.30 (posti disponibili terminati)
Ca’ Sugana e Palazzo Rinaldi Giovedì 04/10 ore 18.30 (posti disponibili terminati)
Le Sale Storiche della Biblioteca Giovedì 11/10 ore 18.30 (posti disponibili terminati)
San Teonisto e il Ciclo Barocco Domenica 04/11 ore 11.00
L’Archivio di Stato Sabato 10/11 ore 11.00

Data ultima modifica: 05/10/2018