LOTTA ALLO SPACCIO, VENTENNE FERMATO DALLA POLIZIA LOCALE

Il giovane era in possesso di 58,3 grammi di marijuana, due cellulari e 90 euro

Treviso, 18 febbraio 2019

Aveva addosso alcune dosi di stupefacente, due cellulari e banconote per un totale di 90 euro: sabato scorso gli agenti del Nucleo di P.g. della Polizia Locale di Treviso hanno fermato D.J., 20 anni, di nazionalità nigeriana, dopo averne controllato i movimenti nella zona di San Lazzaro.
Il pedinamento degli agenti in borghese è iniziato dopo che l’individuo, seguito da tempo, è stato visto girare in bicicletta con fare sospetto.
Gli operatori hanno così deciso di bloccare il giovane per procedere ad un controllo. Vistosi braccato, il 20enne ha inizialmente tentato la fuga, subito vanificata dal pronto intervento degli agenti. Alla fine i sospetti si sono rivelati fondati: all’esito della perquisizione sono stati ritrovati tre involucri successivamente pesati per un totale di grammi 58,3 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, oltre a due telefoni cellulari e 90 euro in contanti.
Per la quantità ritrovata, che supera l’uso personale, l’extracomunitario è stato denunciato alla Procura della Repubblica.
«L’operazione di sabato dimostra la grande attenzione che il Comando presta anche alla lotta al piccolo spaccio», evidenzia il Comandante della Polizia Locale di Treviso Andrea Gallo. «Queste operazioni vengono condotte in un’ottica di tutela della sicurezza urbana».
Parole di soddisfazione anche da parte del sindaco Mario Conte: «L’impegno della Polizia Locale, come quello delle altre forze presenti in città, dimostra quotidianamente come la tranquillità e la sicurezza della cittadinanza siano la priorità. Ringrazio la Polizia Locale per l’ottimo lavoro».

Data ultima modifica: 18/02/2019