Buoni spesa e acquisto di beni di prima necessità "TREVISO SOLIDALE"

Rivitalizzazione del centro storico

I luoghi alle persone 
Piazza Santa Maria dei Battuti – Piazza Filodrammatici – Piazza S.Andrea 
Parte la seconda fase del progetto di rivitalizzazione. Al via un percorso partecipato tra Comune, Ulss9, cittadini, residenti e commercianti
Rivitalizzazione del centro storico, parte la seconda fase del progetto che dopo il quadrante di Piazza Rinaldi coinvolgerà Piazza Santa Maria dei Battuti, Piazza Filodrammatici e Piazza Sant’Andrea. 
La modifica della viabilità di Piazza Santa Maria dei Battuti con l’inversione del senso di marcia di via Corazzin e via San Pancrazio e  l’ampliamento della Ztl oltre che alla piazza anche a via San Leonardo e Ponte San Leonardo scatterà a partire da lunedì 30 marzo, mentre i lavori di cambio della segnaletica inizieranno già a partire dal venerdì precedente. A partire dal 10 maggio infatti la zona a traffico limitato verrà estesa anche in piazzetta Filodrammatici e Piazza S. Andrea. 
In questi giorni l’amministrazione comunale sta inviando a tutti i residenti e le attività interessate una lettera contente, oltre alle indicazioni del cambio della viabilità anche il modulo per l’autocertificazione, che sarà scaricabile dalla home page del sito internet www.comune.treviso.it e che dovrà essere esposto sul cruscotto dell’autovettura. L’autocertificazione sarà valida nel periodo che va dal 30 marzo al 30 giugno (fase sperimentale), in attesa del permesso che dovrà essere richiesto alla polizia locale. 
La seconda fase del progetto di rivitalizzazione si caratterizza anche per la collaborazione con un altro soggetto pubblico del territorio l’Ulss 9 di Treviso e l’avvio del percorso di partecipazione attiva della cittadinanza “Rivitalizzazione del centro storico. I luoghi alle persone”. 
La domanda che l’amministrazione comunale insieme ai partner del progetto Ulss9, “Associazione 3VISO3” e Mooving School, intende porre ai cittadini, agli stakeholder dell’area è infatti come vorrebbero la loro piazza. Il progetto “Rivitalizzazione del centro storico. I luoghi alle persone” si articola su più giornate e prevede lo svolgimento di diversi eventi. L’11 aprile dalle 16 alle 19 si terrà in Piazza Santa Maria dei Battuti il world cafè, mentre il 18 aprile dalle 17 alle 19 si terrà il primo evento di animazione in Piazza Santa Maria dei Battuti e in via Giuseppe Toniolo davanti ai giardini di Sant’Andrea. Dal 20 aprile fino al 3 giugno si terrà una mostra delle idee emerse dal world Café e delle buone pratiche ‘esperte’ presso l’atrio di Ca’ Sugana. Il 9 maggio dalle 16 alle 19 si terrà invece il secondo evento di animazione in Piazza Santa Maria dei Battuti. Il 16 maggio dalle 16 alle 19 il world café si sposterà in piazza Filodrammatici e in piazza S. Andrea si terrà un evento di animazione. 
Il 6 giugno dopo la fase di “ascolto” e creazione delle proposte si terrà dalle 10 alle 18 presso la Loggia dei Cavalieri il Planning for real delle piazze. L’esito della giornata darà vita ad un plastico che verrà poi esposto nell’atrio di Ca’ Sugana. 
Il 15 giugno dalle 18 alle 20 è previsto invece il tavolo di confronto tra cittadini, tecnici e amministratori presso la Sala Verde di Palazzo Rinaldi. 
L’ascolto dei cittadini, oltre che atteraverso la partecipazione agli eventi è previsto attraverso l’utilizzo di cartoline interattive presso degli esercizi commerciali e un urban center mobile in Piazza Santa Matia dei Battuti. Saranno inoltre disponibili in città dei box per raccogliere le cartoline interattive: la mappa dei box per la raccolta delle idee del cittadino è disponibile al sito www.comune.treviso.it. 
“Diamo avvio alla seconda fase del progetto di rivitalizzazione del centro storico che mira a ridare vita e nuove funzioni alle piazze del centro – dichiara il vicesindaco e coordinatore del progetto di rivitalizzazione del centro storico Roberto Grigoletto – Nella prima fase di attuazione del secondo step liberiamo il quadrante di Santa Maria dei Battuti, apportando delle piccole modifiche in termini di viabilità. Poi insieme ai fruitori, i commercianti e i residenti delle piazze  ridisegneremo le funzioni della piazza attraverso un ricco calendario di iniziative nel corso delle quali raccoglieremo proposte e nuove idee”. 
“Oggi promuovere salute  significa offrire ai cittadini la possibilità di fare scelte salutari per cui è necessario agire contemporaneamente su aspetti sociali, culturali, economici, ambientali, urbanistici e condividere con loro le opportunità di salute – dichiara Giovanni Gallo Ulss9 di Treviso – Agire sulla città migliora la salute perchè promuove gli spostamenti attivi, migliora la qualità dell’aria, riduce l’inquinamento acustico ma anche perchè rende i luoghi più vivibili ed attraenti per residenti, lavoratori e turisti e favorisce la coesione sociale e l’identità comunitaria. “

Data ultima modifica: 21/04/2015