INVITO AL FORUM PLENARIO DI APERTURA DEL PROCESSO DECISIONALE E PARTECIPATO PER LA FORMAZIONE DEL PIANO D’ASSETTO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TREVISO (D.G.C. n.346 del 21.12.2016)

Il Comune di Treviso ha il piacere di informare la cittadinanza che il giorno martedì 10 gennaio 2017, alle ore 20.45 presso l’Auditorium Scuole Stefanini, si svolgerà il Forum Plenario Iniziale, per l’avvio delle attività di partecipazione del Piano degli Interventi come da programma allegato.

LOCANDINA_CALENDARIO_INCONTRI (in formato pdf)

L’evento apre una serie d’incontri organizzati dall’Amministrazione Comunale con l’intento di coinvolgere i soggetti presenti sul territorio e di condividere le scelte di pianificazione. A tal fine si sta procedendo con la distribuzione capillare in tutto il territorio di Treviso di locandine per pubblicizzare l’intero processo.

VOLANTINO INCONTRI CONOSCITIVI (in formato pdf)

VOLANTINO INCONTRI PROPOSITIVI (in formato pdf)

VOLANTINO PLENARIA INIZIALE (in formato pdf)

VOLANTINO PLENARIA FINALE (in formato pdf)

Il processo decisionale e partecipato (Forum), che avrà una durata di circa 4 mesi, si pone l’obiettivo generale di affrontare le questioni legate alle potenzialità e criticità del territorio individuando percorsi risolutivi condivisi dalla collettività locale giungendo infine alla definizione di un documento finale propositivo di carattere strategico. In particolare il Forum intende:

  • – coinvolgere la cittadinanza per conoscere le caratteristiche e le criticità del territorio comunale;
  • – sollecitare e favorire la partecipazione attiva e il dialogo con i cittadini e gli altri soggetti interessati (istituzioni, associazioni, aziende);
  • – accogliere il contributo di tutti per costruire un patrimonio di conoscenza comune del territorio in esame, comprendere come meglio gestire la suddetta area e individuare azioni concrete condivise;
  • – assicurare le basi per la continuità e il rispetto nel tempo delle decisioni concordate.

La metodologia adottata prende ispirazione dai principi definiti all’interno del noto documento programmatico delle Nazioni Unite Agenda 21, atto a promuovere lo sviluppo sostenibile nel 21° secolo attraverso la diffusione di interventi relativi allo sviluppo economico, industriale e urbanistico del territorio. In accordo con tale approccio, la sostenibilità di tali interventi è garantita soltanto se essi sono definiti a valle di un processo condiviso tra tutti i Portatori di interesse che favorisca lo scambio di informazione e l’incremento della conoscenza, il confronto e il coinvolgimento attivo nel percorso decisionale.

METODOLOGIA FORUM (in formato pdf)

Il processo che il Comune intende avviare, prende ispirazione dai principi dell’Agenda 21 locale, un percorso partecipato che rende compatibili tra di loro attività notoriamente in conflitto e che prevede e facilita, grazie al supporto di figure professionali esperte, l’interazione diretta tra cittadini, istituzioni e organizzazioni attorno ad un unico tavolo. I principali argomenti affrontati saranno:

  • – Mobilità e viabilità.
  • – Periferia, riqualificazione e identità.
  • – Centro storico.
  • – Sicurezza e ambiente.

REGOLAMENTO FORUM (in formato pdf)

L’incontro del 10 gennaio consiste nel forum plenario di apertura del processo in cui, oltre alla presentazione dell’intero percorso, verrà condiviso il regolamento e si raccoglieranno indicazioni e suggerimenti per lo svolgimento dei successivi incontri all’interno dei quali, in una serie di incontri strutturati per tematiche, saranno discusse tematiche specifiche.

L’ordine del giorno, dell’incontro sarà il seguente:

  • – saluti del Sindaco
  • – introduzione dei contenuti del Piano degli Interventi
  • – presentazione del processo partecipato
  • – condivisione del regolamento, della metodologia del processo e del calendario degli incontri.

 

Per queste ragioni si ritiene che la presenza della cittadinanza sia significativa e preziosa sin dalle prime fasi di avvio del progetto. Si prega inoltre di voler estendere il presente invito a quanti interessati.

Il Sindaco Giovanni Manildo